Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

DUNE – Marmo

Wallace
“Marmo” è il secondo lavoro dei Dune, band che ha raddoppiato i propri componenti internazionalizzandosi. Già, perché se nel 2006 erano in, da Bologna, ora sono in quattro e gli altri due elementi provengono da Barcellona e Toronto.
Il loro sound è assolutamente abrasivo ed urticante, altrimenti Fabio Magistrali non avrebbe accettato di registrare il loro disco, ma questa è un’altra storia. “Marmo” è composto da sette tracce, tutte in continuità l’una con l’altra nelle quali il gruppo si esprime con un post-core psichedelico ed estremamente teso. La tensione
di cui è intriso il dieci pollici è catartica ed i Dune riescono a mettere insieme la psichedelia decadente dei Neurosis, il canto disperante dei Breach e dei Gerda e la tensione rumorista degli Unsane.
Il tutto assolutamente ben coagulato, dato che i Dune riescono a personalizzare il tutto, cosa che emerge soprattutto in “Supernova” con la quale i Dune scendono nelle viscere della terra, mantenendo una tensione sempre contratta. In scaletta è presente anche la cover dei Pink Floyd “Astronomy domine”, resa ulteriormente acida e rumorista, ma per fortuna che a seguire giunge la liberatoria “Gorgo”.

Vittorio Lannutti

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Recensioni

Wallace / Megasound / Stirpe999 / Cheap Satanism I GY da trio sono diventati un duo e della formazione iniziale è rimasto soltanto Fabio...

Recensioni

Wallace / FromScratch / Tafuzzy / Fallodischi / V4V Quarto disco in undici anni per uno dei gruppi italiani più strani ed intriganti. A...

Recensioni

Wallace / Bar la muerte / EFT / Boring machines / Dizlexiqa Ma quale patria, quale Stato? Nell’epoca della globalizzazione e del cosmopolistimo, c’è...

Recensioni

Wallace / Hysm? / Brigadisco / Neon Paralleli I percorsi musicali di Xabier Iriondo e di Paolo Cantù, che si cela dietro il nickname...