Connect with us

Hi, what are you looking for?

Musica

Tommy, noi e l’isolamento

In seguito ad un trauma profondo, il protagonista della Rock Opera dei The Who, Tommy, è costretto ad inabissarsi in un vortice invalidante che lo rende cieco, muto e sordo. Improvvisamente il suo mondo crolla, si capovolge e le abitudini del bambino cambiano radicalmente.

A rompere gli equilibri di Tommy, personaggio principale di uno dei primi concept album della storia del rock, è stato l’omicidio del padre avvenuto proprio davanti ai suoi occhi.

“You didn’t hear it, you didn’t see it
You won’t say nothing to no one
Ever in your life, you never heard it”
(1921)
Da quel giorno Tommy incontra la solitudine.
Come ci siamo sentiti noi nel 2020? Come ancora ci sentiamo?
A trasformare la nostra quotidianità è un virus che si espande in pochissimo tempo fino a trasformarsi in pandemia e anche noi, come Tommy, incontriamo l’isolamento. Il paragone può sembrare azzardato ma in verità entrambi per proteggerci abbiamo dovuto ricorrere ad una forma particolare di reclusione.

“And Tommy doesn’t know what day it is
He doesn’t know who Jesus was
Or what praying is
How can he be saved
From the eternal grave?”
(Christmas)
Tommy è cieco, non vede la madre, non vede più i panorami, è solo e non può comunicare ciò che sente, è muto ed è intrappolato in se stesso. Proteggersi dallo shock subito lo allontana definitivamente dal mondo per tutta l’infanzia.

“See me, feel me
Touch me, heal me
See me, feel me
Touch me, heal me”
(Presente in più brani del concept album)
Con il lockdown totale prima e con le restrizioni successive noi ci tuteliamo e ci ripariamo dal contagio ma non vediamo più le persone come facevamo prima, non giriamo più per il mondo per scrutare realtà diverse dalla nostra e sopratutto la musica è li, ma non possiamo sentirla dal vivo in concerto.

La Rock Opera Tommy è stata pubblicata nel 1969, la storia del bambino cieco, sordo e muto va avanti:
“He’s a pinball wizard
There has got to be a twist
A pinball wizard’s
Got such a supple wrist”.
(Pinball Wizard)

Tommy trova il suo seguito diventando campione di Flipper, con un atto liberatorio rompe il vetro del silenzio e riacquista tutti I sensi.

“I’m free
I’m free
And freedom tastes of reality
I’m free
I’m free
And I’m waiting for you to follow me”
(I’m free)

L’ormai adolescente viene osannato e idolatrato, situazione descritta da Pete Townshend per far luce su uno dei problemi dello Show Business che lui più critica. Saranno poi i suoi stessi seguaci infatti poi a volerlo demolire.
Noi non siamo idolatrati proprio da nessuno, forse certe volte troppo da noi stessi ma, al di là della divagazione sugli effetti collaterali dello Star System, la verità è che c’è un lieto fine: Tommy si libera di tutta l’inutile impalcatura che si era costruito per riscoprire la profondità in se stesso.

Listening to you, I get the music
Gazing at you, I get the heat
Following you, I climb the mountain
I get excitement at your feet
Right behind you, I see the millions
On you, I see the glory
From you, I get opinions
From you, I get the story.”
(Tommy, finale)
La verità è che anche noi come Tommy romperemo prima o poi quello specchio che ci separa dal mondo e riacquisteremo i nostril sensi. Il nostro passaggio alla libertà non sarà forse poetico come il suo, sarà forse meramente scientifico: vaccinazioni, indebolimento del virus, convivenza con esso…

Ciò che conta è che anche noi ci ritroveremo davanti ad un tramonto, con la Colonna Sonora che più ci piace e sarà un concerto così forte che capiremo come Tommy che la libertà è stata sempre in noi.

Articolo di Stefania Courson
https://www.instagram.com/stefania_tempesta_elettrica/

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Dischi

Pubblicato originariamente nel dicembre 1967 e successivamente descritto da Rolling Stone come ‘L’album più bello degli Who’, The Who Sell Out riflette un anno straordinario della cultura...

Dischi

Gli Who sono una delle più grandi band live di tutti i tempi, hanno venduto oltre 100 milioni di dischi in tutto il mondo,...

Concerti

I The Who hanno annunciato un grande concerto per sabato 6 Luglio a Londra, che continua le celebrazioni dei 50 anni della band di...

Dischi

Polydor Records è orgogliosa di annunciare che il leggendario frontman degli WHO, la voce rock delle voci rock, Roger Daltrey tornerà il 1 giugno...