Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tour

The LUMINEERS: in concerto a Luglio a Pistoia e Roma

Dopo i SOLD OUT di Milano e Bologna, la band statunitense annuncia due imperdibili date la prossima estate!

Martedì 15 Luglio
PISTOIA
PISTOIA BLUES 2014
Piazza Duomo 51100 PISTOIA
Biglietti in vendita su Ticketone.it
25,00 euro + D.P. posti in piedi
30,00 euro + D.P. posti seduti

Mercoledì 16 Luglio
ROMA
postepay ROCK IN ROMA 2014
Ippodromo delle Capannelle
Via Appia Nuova, 1255, 00178 Roma
Biglietti in vendita su Ticketone.it
Biglietto: 28,00 euro + D.P.

Nominati nel 2013 ai Billboard Music Awards, come Top New Artist e Top Rock Artist, e ai Grammy Awards come Best New Artist e Best Americana Album, The Lumineers sono stati definiti la risposta made in USA al pop-folk dei Mumford & Sons e degli Of Monsters And Men.

[embedvideo id=”pgkusNV0GLg” website=”youtube”]

Wesley Schultz che a 9 anni voleva essere un artista disse, “Ho passato un sacco di tempo sopra i miei disegni e sono venuti bene perché mi sono allenato molto.” The New York Times 15 marzo 1992

Venti anni fa, Wesley Schultz vide il futuro.
Wesley crebbe a Ramsey nel New Jersey, sobborgo a sud di New York City, dove trascorse le sue giornate disegnando fianco a fianco con il suo migliore amico, Josh Fraites. Ora, come leader dei The Lumineers, Wesley ha sostituito la matita con una chitarra, i suoi disegni con le canzoni, e suona a fianco di Jeremiah, fratello minore di Josh.

Ma la storia dei The Lumineers non è stata così semplice.
Tutto cominciò nel 2002, l’anno in cui il fratello di Jeremiah, Josh morì di overdose a 19 anni. Tra la perdita e il dolore, Wes e Jer hanno trovato conforto nella musica, scrivendo canzoni e facendo concerti in giro per New York City. Dopo aver lottato contro la spietata scena musicale della città e il costo incredibilmente alto della vita, i due decisero di allargare i propri orizzonti. Impacchettarono tutto ciò che avevano – niente di più di una coppia di valigie piene di vestiti e un trailer pieno di strumenti musicali – e partirono per Denver nel Colorado.

La prima cosa che fecero a Denver fu inserire un annuncio su Craigslist per un violoncellista, e la prima persona a rispondere fu Neyla Pekarek, una ragazza dalla formazione classica originaria di Denver. Come trio, iniziarono a suonare al Meadowlark, un club grintoso nel seminterrato dove i cantautori di maggior talento della città si riunivano ogni martedì.
Neyla ammorbidì i suoni di Wes e Jer con il mandolino e il pianoforte. E così il suono dei The Lumineers prese forma.

Nel 2011, un omonimo EP auto-registrato li portò ad iniziare un primo tour, ed in poco tempo i The Lumineers iniziarono ad attrarre fan devoti, prima nella West coast, e poi nella East Coast.
Hanno scritto canzoni come Ho Hey (il cui video è arrivato a quasi 96.000.000 di visualizzazioni) e Stubborn Love, sulla scia degli Avett Brothers e dei Mumford & Sons, ma anche canzoni come Slow it Down e Dead Sea, ballate che richiamano i primi pezzi di Jeff Buckley e Ryan Adams.

[embedvideo id=”zvCBSSwgtg4″ website=”youtube”]

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Concerti

Visto il sold out dello scorso dicembre e l’impressionante risposta alla loro partecipazione al Rock In Roma, Hellfire Booking ed Erocks Production sono orgogliose...

Concerti

Dopo il clamoroso sold out con sei mesi di anticipo all’Alcatraz di Milano, e l’annuncio del concerto evento all’Arena di Verona il 12 luglio...

Concerti

Vasco Non Stop Live Festival. Nessuno come il Komandante: a 24 ore dalla messa in vendita dei quattro attesissimi concerti nei principali festival italiani...

Reportage Live

Articolo di Chiara Amendola | Foto di Oriana Spadaro Arrivo al concerto dei Lumineers un po’ scettica, sottovalutando il potenziale della band che ammetto,...