Connect with us

Hi, what are you looking for?

Reportage Live

PRIMAVERA SOUND 2016: 1 Giugno (anteprima)

Ieri sera ho deciso di partecipare al Primavera a la Ciutat. Ecco. Prima regola del Primavera Sound: non pretendere troppo dal Primavera Sound. La serata era dedicata ai possessori di abbonamenti, braccialetti del Primavera Pro e ovviamente agli accreditati della stampa, altrimenti non sarei qui a parlarne. Sala Apolo e Barts, l’una di fronte all’altro, entrambi su Avinguda del Paral-lel, hanno offerto uno spettacolo spiazzante a chi passava di lì non sapendo dell’inizio del festival: file, interminabili, per poter riuscire a vedere alcuni degli artisti che si esibiranno nei prossimi giorni anche sui palchi del Fòrum, ma a dimensione club. Che ha i suoi lati negativi, ma anche positivi. Per me, per esempio, il massimo è stato poter zompare in tempo reale da un locale all’altro riuscendo così a vedere quasi tutto quello che mi ero prefissata grazie al magico potere del press pass, cosa che al Fòrum non sarà possibile per nessuno, perché il festival infligge democraticamente dei pellegrinaggi snervanti da un palco all’altro al semplice possessore di biglietto giornaliero come al super vip in gita (Cesare Cremonini, sto parlando con te).

La sala Barts ha ospitato Empress Of e Jessy Lanza e la Apolo White Fence e Suuns. Le due serate erano completamente in contrasto tra di loro, da un lato il synthpop della newyorkese di adozione Lorely Rodriguez e della canadese Jessy Lanza, dall’altro White Fence garage e lo-fi e i super sperimentali Suuns. Il Barts più sofisticato e pop, L’Apolo più crudo e soffocante. Forse non era previsto che qualcuno decidesse di partecipare ad entrambe rischiando il disturbo bipolare? Bah.

empress-of-jessy-lanza

Empress Of si è rivelata all’altezza delle aspettative: rivelazione del 2015, Pitchfork ha inserito il suo primo album, Me, tra i 50 migliori del 2015. Spesso paragonata a Grimes, le somiglia soprattutto per l’energia che dimostra sul palco. Se ancora non la conoscete singoli quali Water Water, Kitty Kat, How Do You Do It diventeranno la vostra nuova fissa. Un veloce cambio palco (come se non fosse l’una di notte) ed ecco Jessy Lanza in mezzo al fumo, coperta da un mantello glitterato, che poi per fortuna si toglie rinunciando così all’effetto Lady Gaga. Il suo ultimo lavoro è uscito in Maggio e si intitola Oh No. Influenzata più dall’R&B e dal funk, mischia tutto ad un pop sperimentale, i toni molto più cupi e da club rispetto ad Empress Of, con la voce tocca note altissime. Fossi in Jessy Lanza comunque chiederei un ordine restrittivo nei confronti di tutti gli uomini presenti nel teatro, per sicurezza.

Arrivo tardi da White Fence, sta già dando fuoco alla Sala Apolo, la gente poga e io mi riprometto di vederlo al Fòrum. I Suuns salgono sul palco alle 2:00, alle loro spalle il loro nome scritto in giganteschi gonfiabili bianchi. Ogni volta è come la prima volta, è impressionante la violenza che riescono a manifestare pure rimanendo incredibilmente statici per tutta la durata dei loro concerti. Se avete familiarità con l’industrial capirete di cosa sto parlando. A cinque anni dal debutto, la loro fama è cresciuta soprattutto grazie alla svolta più dark e sperimentale (Images du Futur, del 2013), suonano gran parte di Hold/Still uscito quest’anno per la Secretly Canadian. Alle tre fuori dall’Apolo c’era ancora la fila per gli Optimo.

La settimana è ancora lunghissima. Brace Yourself.

Avatar
Written By

Anello di congiunzione tra le Spice Girls e Burzum fin dal 1988

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Festival

Il Primavera Sound Barcellona 2021 è riuscito a vendere tutti i suoi abbonamenti al festival ed i biglietti giornalieri in poco più di una...

Festival

Alcune cose succedono solo una volta nella vita. Purtroppo l’attuale crisi sanitaria globale COVID-19 è una di queste. Ma non sarà l’unica. Lo spirito...

Festival

È naturale che vent’anni di musica stiano così bene in un unico cartellone. E non solo. Oggi il Primavera Sound Barcellona 2020 presenta il...

Reportage Live

Il Primavera Sound 2019 è il primo festival a ottenere l’uguaglianza di genere sul palco e ha attirato più di 220.000 spettatori nella settimana...