Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Reportage Live

ANDREA MOTIS: un caloroso sole rosso in una fredda serata di Marzo.

Andrea Motis, Josep Traver e Joan Chamorro al Blue Note di Milano

Andrea Motis, Josep Traver e Joan Chamorro
Da sinistra Andrea Motis, Josep Traver e Joan Chamorro al Blue Note di Milano

Articolo di Mattia Quirico | Foto di Andrea Ripamonti

Barcellonese , ventiseienne e allieva di Joan Chamorro, Andrea è cantante e trombettista ed ha conquistato la critica grazie alla sua personalissima capacità improvvisata e alla splendida voce, talvolta paragonata a Norah Jones. Nel corso della serata ha dato ampio assaggio di tutte queste doti, trasportando il pubblico da una fredda serata di fine inverno direttamente in una soleggiata giornata dei paesi del sud.

La formazione presente sul palco del Blue Note era la seguente:

Andrea Motis: voce, tromba
Josep Traver: chitarra
Joan Chamorro: contrabbasso

La performance si è sviluppata attraverso vari stili musicali: spaziando dagli standard jazz alla musica pop, toccando pezzi sudamericani ed includendo un piacevole tributo alla canzone italiana.

Andrea Motis - Blue Note Milano
Andrea Motis – Blue Note Milano

L’intesa sul palco era molto forte, i pezzi si muovevano in maniera molto armoniosa con chiusure e attacchi sempre molto precisi e ben concordati, anche se in rallentando o con stop improvvisi. Il suono, molto morbido e suadente, trasportava l’ascoltatore in posti esotici quasi come in un’estate anticipata. Particolarmente interessante era la capacità degli interpreti di esibire la loro bravura seppur utilizzando “colori” sonori molto tenui, senza risultare esuberanti nei pezzi più movimentato e ritmati.

La capacità di passare dalla voce alla tromba di Andrea Motis era disarmante, tanto che in alcuni punti sembrava che ci fossero due interpreti sul palco!

Al quanto simpatiche le espressioni facciali del contrabbassista, Joan Chamorro, che nel contesto incitavano l’ascoltatore ad entrare ancora di più in sintonia con la band. Talentoso il chitarrista Josep Traver, il quale durante le improvvisazioni, cantava a suo volta linee improvvisate supplementari quasi a ricordare i voli pindarici di Glen Gould nelle musiche di Johan Sebastian Bach. Di grande effetto l’ultimo brano in scaletta nel quale il trio si è unito in un canto corale per salutare il pubblico del locale.

Una serata veramente molto coinvolgente, capace di rapire i presenti per accompagnarli in un altro posto nel mondo.

Clicca qui per vedere le foto del concerto Andrea Motis al Blue Note di Milano (o sfoglia la gallery qui sotto).

Andrea Motis
Written By

Prima di tutto fotografo

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Network

instagram logo
facebook logo
twitter logo
flickr logo
youtube logo

Instagram

Babymetal
8 Dic 23
Milano
Destrage
8 Dic 23
Livorno
Calcutta
8 Dic 23
Roma
Enrico Gabrielli
9 Dic 23
Torino
Shygirl
12 Dic 23
Novegro-Tregarezzo

Scopri anche...

Reportage Live

Camilla George sul palco del Blue Note per la seconda volta in occasione di JazzMi.

Reportage Live

Foto di Andrea Ripamonti American Beauty è un nuovo progetto che vede protagonisti Joe Bastianich e Gennaro Porcelli. I due artisti danno vita ad uno show in cui la passione...

Reportage Live

Foto di Andrea Ripamonti Compositore, produttore, arrangiatore e tastierista jazz, Jason Miles ha una carriera a fianco di nomi leggendari del jazz come Miles...

Concerti

Il Premio Oscar sarà al club di via Borsieri a settembre durante la prima settimana della nuova stagione