Connect with us

Hi, what are you looking for?

Musica

Mini Playlist per il St. Patrick’s Day

17 marzo, St. Patrick’s Day. Potevamo non creare una nostra personale compilation per celebrare degnamente la Festa della Birr…ops, la Festa del Santo Patrono d’Irlanda? Ovviamente no, non potevamo proprio evitarlo.

Quella che in irlandese viene chiamata Lá Fhéile Pádraig è una ricorrenza che coinvolge diverse zone del mondo, dagli Stati Uniti al Canada passando per l’Argentina, l’Australia e anche per la nostra Italia. Lo sapevate, ad esempio, che la Festa di San Patrizio è particolarmente sentita a Bobbio, località in provincia di Piacenza dove ha sede l’abbazia di San Colombano, fondata proprio dall’omonimo monaco missionario irlandese? Bene, ora lo sapete.

Abbandonando le questioni storico-religiose e tornando alla musica, sono moltissimi i gruppi irlandesi che hanno segnato la storia del rock, dagli U2 ai Cranberries, dai God Is An Astronaut agli Ash fino ad arrivare alla rivelazione Hozier.

Quella che vi proponiamo oggi, però, è una compilation che non si ispira all’Irlanda come terra natia dei componenti delle band, bensì a un genere va oltreconfine e che si rifà alla tradizione dei suoni e delle leggende di questa meravigliosa terra: il Celtic (o Irish) Punk.

Nato dalla goduriosa fusione tra Punk Rock e Folk Irlandese, il Celtic Punk si è sviluppato infatti grazie a musicisti che spesso di irlandese hanno solo l’origine (orgogliosa) ma che hanno svolto, e svolgono tuttora, la loro attività al di fuori dei confini verdi, in particolare tra USA e Canada.

Questa sera alzate dunque il volume e festeggiate a dovere con la nostra playlist (mini) per il St. Patrick’s Day senza dimenticare di:

– Indossare un cappello da Leprechaun (lo gnomo irlandese)

– Armarvi di trifoglio

– Procurarvi un paio di schiumose Guinness e una bottiglia di Jameson Original

SLAINTÈ!

Flogging Molly – Drunken Lullabies

[embedvideo id=”89NjEeHku8o” website=”youtube”]

The Real McKenzies – My Luck Is So Bad

[embedvideo id=”-uluI3BXAtw” website=”youtube”]

Dropkick Murphys – Johnny, I Hardly Knew Ya

[embedvideo id=”ecV_7MDw1tM” website=”youtube”]

The Pogues – Poor Paddy On The Railway

[embedvideo id=”yGL4ZtvDN0o” website=”youtube”]

The Tossers – Emerald City

[embedvideo id=”0V_kKQu-kfA” website=”youtube”]

Cresciuta a ovetti Kinder, Nirvana, Distillers, Run Dmc, Beastie Boys, Spice Girls (ebbene sì) e Prodigy. Il segreto per la felicità? Birra e un doppio pedale hc in sottofondo.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Concerti

I Dropkick Murphys, dopo la data dello scorso 20 luglio al Carroponte di Sesto San Giovanni, tornano in Italia nel 2023. Appuntamento al Palazzo del Turismo di Jesolo (VE) il prossimo 5...

Dischi

Usciva oggi, nel 1993 , l’ottavo album degli U2, Zooropa. Secondo il giudizio di molti, tantissimi purtroppo, dopo Achtung Baby gli U2 hanno smesso...

Reportage Live

Foto Roberto Finizio | Articolo Chiara Amendola In una settimana che ha visto i Kraftwerk, pionieri dell’elettro pop, tornare a esibirsi a Milano, ieri...

Concerti

I Dropkick Murphys, una delle band più rappresentative del celtic punk mondiale, tornano live in Italia per l’unica e imperdibile data del 2022: appuntamento fissato al Carroponte di Sesto San...