Connect with us

Hi, what are you looking for?

Tour

Il ritorno di ANNA CALVI: nuovo disco e 4 concerti a Febbraio 2014

anna-calviDopo il clamoroso SOLD OUT del concerto dello scorso settembre a Milano al Teatro Parenti per Elita Ouverture, nel quale l’artista ha presentato in anteprima il suo nuovo album One Breath, in uscita domani 8 Ottobre per la Domino, la Comcerto è lieta di annunciare il tour italiano di Anna Calvi.

A Febbraio 2014 l’artista di origine italiana si esibirà in due location di prestigio, il Teatro Grande di Brescia e l’Auditorium Parco della Musica di Roma, e in due club storici del panorama musicale italiano come l’Hiroshima Mon Amour di Torino e l’Estragon Club di Bologna.

ANNA CALVI – TOUR 2014

Venerdì 21 Febbraio – TORINO
HIROSHIMA MON AMOUR – Via Carlo Bossoli, 83 10134 Torino
Biglietti: 20,00 € + d.p. – Prevendite: ticketone.it

Sabato 22 Febbraio – BOLOGNA
ESTRAGON CLUB – Via Stalingrado, 83 40128 Bologna
Biglietti: 20,00 € + d.p. – Prevendite: ticketone.it

Lunedì 24 Febbraio – ROMA
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA – Viale Pietro De Coubertin, 30, 00196 Roma
Biglietti: 25,00 € inclusi d.p. – Prevendite: listclick.it

Martedì 25 Febbraio – BRESCIA
TEATRO GRANDE – C.so Zanardelli, 9, 25121 Brescia
Biglietti: 22,00 € inclusi d.p. – Prevendite: vivaticket.it

Per tutte e quattro le date le prevendite apriranno sui circuiti tradizionali il giorno mercoledì 9 ottobre ore 10:00. Eccezionalmente sul sito annacalvi.com i biglietti per tutte e quattro le date saranno disponibili da martedì 8 ottobre ore 10:00.

[embedvideo id=”20gmnV5Xkro” website=”youtube”]

Dopo il singolo Eliza che ha anticipato l’album, ​Sing To Me è il secondo singolo del nuovo album One Breath. Il video è stato girato in Messico ad opera di Emma Nathan.

One Breath – che ha già ricevuto 4 stelle dalla rivista MOJO, recensito da Q, Uncut e The Guardian, è un album più personale rispetto al precedente pluripremiato album omonimo di debutto. Gli elementi caratteristici del debutto di Anna Clavi rimangono, ma One Breath è più istintivo e insistente, rivelando un’ampia gamma di texture ed emozioni.

One Breath è il momento immediatamente prima del cambiamento. Il secondo album di Anna Calvi è sull’orlo di un precipizio, quella linea di demarcazione della vita in prima e dopo, il momento esatto in cui l’inerzia diventa azione.
“Ho intitolato l’album in questo modo perché quella canzone riassume la sensazione di essere al culmine di qualcosa,” spiega Anna. “E’ il momento prima in cui devi aprirti, ed è così terrificante. E’ spaventoso ed emozionante. E’ anche pieno di speranza, perché qualsiasi cosa accadrà non è ancora accaduta.”

Negli ultimi due anni, dopo la pubblicazione del suo omonimo album di debutto, la vita è cambiata per Anna Calvi, e One Breath è nato in un modo completamente diverso. Scrisse il suo primo album in un periodo di tempo molto lungo, non sapendo se qualcuno lo avrebbe mai ascoltato; al contrario ha composto One Breath in poche settimane, determinata a non farne una replica.

[embedvideo id=”_Y18RiqIFjA” website=”youtube”]

Ha speso un anno scrivendo 30 o più canzoni a Londra, prima di recarsi ai Blackbox studios in Francia per inciderne solo alcune. Daniel Maiden-Wood è ritornato alla batteria, Mally Harpaz alle percussioni, e per la prima volta alle tastiere John Baggott (Massive Attack e Portishead). Il disco è stato poi mixato a Dallas, Texas, durante tre settimane “bizzarre” di isolamento nella camera di un motel.

Le 11 canzoni che compongono l’album mostrano una vasta gamma di punti di riferimento, dal dettaglio della chiamata e risposta della musica dell’Africa occidentale alle idee concettuali di trasformazione del compositore John Adams, in Sing To Me, omaggio a Maria Callas. Un viaggio emozionale attraverso una vasta gamma musicale. Anna Calvi ha lavorato a stretto contatto con il produttore John Congleton che ha condiviso il suo entusiasmo nello sperimentare ed ha offerto il suo impeto aggiuntivo nel lavorare velocemente, non permettendo alla Calvi di riflettere su microscopici elementi delle sue canzoni, come aveva fatto in passato.
One Breath è stato creato in una fase agitata della vita di Anna Calvi, il che può spiegare questo cambiamento radicale.
“L’anno in cui ho scritto questo disco è stato duro, pur sempre un’esperienza istruttiva. Mi sono sentita, in un certo senso, di scrivere in maniera diversa, alla fine qualcosa di buono sarebbe uscito fuori. Il primo album è stato una chiara dichiarazione: ‘Questo è quello che sono, sono forte’, considerando questa affermazione più in relazione all’uso della musica, per provare a dare un senso a ciò che mi stava accadendo. E’ più personale.”

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Reportage Live

Foto di Roberto Finizio Ha fatto tappa ieri sera all’Hiroshima Sound Garden di Torino la mini tounée italiana di Stuart Braithwaite, leader degli scozzesi...

Reportage Live

Foto di Roberto Finizio Prosegue il viaggio di Cristiano Godano che sta portando in giro il suo album Mi Sono Perso Il Cuore. Lo...

Dischi

Anna Calvi ha scritto la colonna sonora per la nuova stagione di Peaky Blinders, celebre serie tv prodotto da BBC. La cantautrice e musicista...

Concerti

Giunge al termine la seconda stagione del programma cult di Manuel Agnelli, “Ossigeno”. Agnelli si conferma uno dei personaggi televisivi, e non solo, più...