Connect with us

Hi, what are you looking for?

Reportage Live

TORI AMOS in Italia: il racconto e le foto dei concerti di Milano e Padova

tori-amos
Articolo di Stefania Clerici | Foto di Emanuela Vigna

Dopo i concerti in Irlanda e Regno Unito, Germania, Paesi Bassi, Francia, Svizzera e nord Europa (Copenhagen e Oslo), l’Unrepentant Geraldines Tour di Tori Amos è arrivato anche in Italia. Dopo la data a Roma all’Auditorium Parco della Musica, eccola a Milano al Teatro Nazionale e a Padova, al Gran Teatro Geox.

Un ritorno alla sua identità originale di cantautrice di altenative rock, questo nuovo lavoro in studio, che la vede solista come cantante e musicista, alle prese –contemporaneamente-con cori e vari tipi di piano: il Bösendorfer, il Rhodes e Wurlitzer, passando anche per l’organo Hammond e per i sintetizzatori. La magia delle registrazioni in studio è stata ricreata alla perfezione nell’atmosfera compatta, intima e magica del teatro Teatro Nazionale di Milano.

toriamos-milano

Tacco alto, kimono rosso di seta e un paio di leggins di pelle, alle 21.30 circa Tori Amos, sale sul palco, elegantissima e già accompagnata prima di iniziare da uno scroscio di applausi. Apertura i alcuni dei brani più amati da lei e dai suoi fan, con Parasol, The Beekeeper e Silent All These Years, seguiti da Space Dog e Under The Pink.

A cavalcioni di un lungo sgabello, la Amos si barcamena tra piano e tastiera, sugli ultimi pezzi sostituita poi da un organo, dondolandosi sensuale e ironica, ripercorrendo così i brani più noti della sua carriera, in versione minimal e solista. Dopo Concertina, uno dei pochi brani tratti dal suo ultimo lavoro, Wild Way, ma subito la set list ritorna sui brani più popolari, come Scarlet’s Walk e Crucify. Molto ben riuscite le due cover: Over The Rainbow, richiesta dai fan, e Time di Tom Waits.

Con Cornflake Girl, che insieme a Sixteeen Shades Of Blue gode nell’esecuzione dell’uso di una base registrata, il pubblico comincia ad alzarsi in piedi, riunendosi chi sotto palco, chi nei corridoi, per godersi l’encore con Take To Sky, Sixteen Shades Of Blue e 1000 Oceans.
Un’ora e mezza buona di concerto, anche la data di ieri ha Padova ha raccolto un grande successo e del tutto meritato, con una scaletta ancora più ricca.

TORI AMOS, la scaletta del concerto di Padova

Parasol
Caught a Lite Sneeze
Winter
Northern Lad
Liquid Diamonds
Oysters
Marys of the Sea
Leather
Garlands
Virginia
Lizard Lounge
Rattlesnakes (Lloyd Cole cover)
A Case of You (Joni Mitchell cover)
Toast
On the Boundary (Y Kant Tori Read song)
Mother
iieee
Cornflake Girl
– – – – – – –
Wedding Day
Personal Jesus (Depeche Mode cover) (with “Body and Soul” snippet)
Etienne (Y Kant Tori Read song)
Hey Jupiter

TORI AMOS, la scaletta del concerto di Milano

Parasol
Space Dog
Silent All These Years
Black-Dove (January)
Cooling
Concertina
Wild Way
Forest of Glass
Your Cloud
Lizard Lounge
Over the Rainbow (Judy Garland cover)
Time (Tom Waits cover)
Not the Red Baron
The Power of Orange Knickers
Another Girl’s Paradise
In the Springtime of His Voodoo
Cornflake Girl
– – – – – – – – –
Take to the Sky (with “Dātura” bridge)
16 Shades of Blue
1000 Oceans

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Dischi

La cantante e autrice Tori Amos annuncia l’uscita del suo nuovo album Native Invader che sarà pubblicato su etichetta Decca Records l’8 settembre e...

Concerti

La celebratissima cantante e cantautrice Tori Amos rivela il titolo del suo attesissimo nuovo album Native Invader – che verrà pubblicato su etichetta Decca...

Tour

Tori Amos, una delle artiste e cantautrici più rispettate e acclamate degli ultimi vent’anni, sarà in concerto in Italia il prossimo Giugno. L’artista americana...