Connect with us

Hi, what are you looking for?

Reportage Live

Reportage e scaletta: LINKIN PARK in concerto a Milano

Partiamo dalla fine. “O mio Dio! Milano… Sono senza parole. Probabilmente il miglior (rumoroso) pubblico di sempre! Questa sera è stata veramente speciale. Non la dimenticherò mai. Grazie”. Con questo cinguettio, Chester Bennington ringrazia i quasi quaranta mila accorsi all’Ippodromo di Milano per l’attesissimo ritorno dei Linkin Park in Italia, in occasione della serata di debutto del City Sound 2014.

Un concerto il cui ricordo rimarrà nella mente di molti e negli occhi di pochi. Se da una parte, infatti, va registrata la mastodontica, seppur breve, performance del gruppo losangelino; dall’altra va sottolineata, la scarsa organizzazione, che ha arrecato non pochi disagi ai numerosi fan accorsi da tutta Italia.

Palese, infatti, l’inadeguatezza dell’area per un evento di tale portata: a partire dal terreno non in perfette condizioni, con buche e saliscendi continui, ai maxischermi in difetto per numero, posizione e dimensioni. Per non parlare della tribuna vip, “strategicamente” posizionata in mezzo alla folla. Lecito quindi chiedersi se non fosse stato opportuno ridurre il numero di spettatori o, ancor meglio, spostarlo in una location più adeguata per i 35.000 dell’Ippodromo. La risposta per molti, ma evidentemente non per tutti, pare scontata.

linkinpark

Per fortuna che almeno la musica si è sentita. Eccome se si è sentita! Shinoda & Co. hanno letteralmente infuocato la già rovente serata milanese, calcando lo stage per oltre un’ora e mezza con un set splittato in quattro capitoli, nel corso dei quali nu metal, rap, ballads ed elettro si sono dati il cambio a più riprese.

La formula vincente è sempre la stessa. Bennington violenta e accarezza, a seconda dell’occorrenza, le sue corde vocali senza steccare una nota, sostenuto dalle schitarrate e dalla rappate di Shinoda; mentre dall’alto della sua postazione, Mr. Hahn scratcha a più non posso. Anche il resto della band fa il suo e lo fa, come al solito, maledettamente bene!

In poco più di mezzora vengono così snocciolate una trentina di canzoni, alcune delle quali all’interno di medley sapientemente cuciti ad hoc. Non sono mancate, ovviamente, le grandi hit e nemmeno alcuni pezzi che saranno presenti in The Hunting Party: sesto album di studio della band ormai prossimo all’uscita.

I Linkin Park si confermano, ancora una volta, i paladini del progresso, che guardano all’evoluzione della musica, e di tutto ciò che la circonda, come un’opportunità da cogliere senza se e senza ma. Se il futuro del rock è sempre più sperimentazione e contaminazione, questo futuro non può prescindere dalla band di Los Angeles.

Scaletta LINKIN PARK – Milano – Giugno 2014

01. The Catalyst / The Requiem (intro)
02. Guilty all the same
03. Given up
04. Points of authority
05. One step closer
————————————————————
06. Blackout
07. Papercut
08. With you
09. Runaway
10. Wastelands
11. Castle of glass
12. Leave out all the rest / Shadow of the day / Iridescent
————————————————————
13. Robot boy
14. Joe Hahn’ solo
15. Burn it down
16. Waiting for the end
17. Wretches and kings / Remember the name / Skin to bone
18. Numb
19. In the end
20. Faint
————————————————————
21. Until it’s gone
22. A light that never comes / Lost in the echo / Crawling / New divide
23. What i’ve done
24. Bleed it out

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Dischi

Il 13 agosto 2020 i Linkin Park hanno annunciato una riedizione del primo album Hybrid Theory atta a celebrare i vent’anni dalla sua pubblicazione...

Dischi

“Tutto quello che abbiamo compiuto per supportare l’uscita di Amends è stato fatto in onore di Chester” spiega Sean Dowdell, il co-fondatore e batterista...

Dischi

I Grey Daze, la band di Chester Bennington prima che entrasse a far parte dei Linkin Park, pubblicherà Amends, l’album a lungo atteso della...

Concerti

A distanza di poco più di due mesi dal suo magico ed emozionante show a Milano Rocks di fronte a 20.000 persone, Mike Shinoda...