Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

T.H.U.M.B. – Primordial Echoes For Modern Bigfoots

Go Down Records
I veneti T.H.U.M.B. continuano il percorso verso la psichedelia granitica del miglior stoner rock, con questo terzo album. In cinquanticinque minuti, distribuiti in dodici canzoni i T.H.U.M.B. sparano in faccia colate di rock magmatico incandescente e allucinato. Con un occhio rivolto al deserto californiano e un altro alla Seattle dei Soundgarden, ma qualche volta anche agli Heads, il trio veneto non fa sconti a nessuno con il suo rock monolitico e possente, proprio come lo scimpanzè della copertina.

Intriganti le aperture western di “East Clintwood” o gli inserti dell’armonica della blusata elettroacustica “Lived namow”. “Monstergods” è un buldozer spacasassi, che frantumerebbe anche il Gran Sasso, mentre “Road song” si colloca perfettamente a metà strada tra i Kyuss e i Queens Of The Stone Age. I T.H.U.M.B. poi infarciscono di LSD le chitarre soprattutto in “Superlover” e nella martellante “Into the deepest green”. Insomma questa è musica che va ascolta al massimo.

Vittorio Lannutti

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Dischi

No One Sings Like You Anymore è una raccolta di 10 cover di Chris Cornell, che ha selezionato personalmente per celebrare gli artisti e le...

Musica

Articolo di Giulia Manfieri e Chiara Amendola Moral Panic è il terzo attesissimo album dei Nothing But Thieves. È a queste due pungenti parole che...

Recensioni

di Stefania Clerici È uscito lo scorso 2 ottobre, giorno dei suoi 50 anni, il nuovo album di Samuele Bersani. 10 tracce inedite che...

Dischi

di Stefania Clerici Uscito lo scorso 28 luglio per Costello’s Records e distribuito da The Orchard, “Mamma ho perso lo stereo” è l’ultimo singolo...