Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

STEFANO BARBATI – Acoustic Ladyland

Fingerpicking.net
Confrontarsi con un mostro sacro come Jimi Hendrix non è cosa facile e per farlo in maniera autorevole e quindi credibile ci vuole tanto fegato e soprattutto tanta professionalità ed umiltà. Il chitarrista abruzzese ha tutte queste qualità e centra l’obiettivo come pochi altri. Non ha un nome balasonato come Steve Ray Vaughan o Popa Chubby, tanto per citare due chitarristi che devono molto al musicista di Seattle, ma per certi versi la sua mancanza si spavalderia e dunque il muoversi in maniera umile ed artigianale dentro le pieghe del sound di pezzi memorabili, rende queste nove tracce più apprezzabili e godibili. Barbati, infatti, non si limita a fare delle semplici cover, ma rilegge il materiale di Hendrix in chiave del tutto personale. Il primo elelemento caratterizzante è l’approccio acustico, lui non è un cantante, per cui i pezzi sono tutti strumentali, tranne “Purple Haze”, cui presta la sua efficace e calda voce, oltre che il basso, Ivan Abbonizio. Il secondo elemento è il tocco mediterraneo che molte tracce hanno, il brano nel quale è maggiormente presente questa caratteristica è l’irriconoscibile “All along the watchtower”, nella quale si sentono echi di “Creuza de ma”. La terza caratteristica del disco, che poi si riallaccia alla prima è il fatto che rendendo acustiche queste canzoni, le ha spogliate di tanti orpelli noise, restituendo loro l’essenizalità blues, tra queste si ascoltino in particolare “Voodoo Chile” e “Up from the sky”. Il brano che forse emoziona di più è “Angel” nella quale il chitarrista abruzzese si è concentrato in maniera particolare, al punto che suscita la sensazione che sia un brano che non ha bisogno di parole, quella chitarra è totalmente sufficiente per comunicare tutte le emozioni che questo brano contiene. In un periodo in cui le case discografiche per fare cassa mettono sul mercato anche brani scartati dai musicisti, piuttosto che acquistare quei cd, è molto meglio godersi un lavoro denso, passionale e credibile come questo.

Vittorio Lannutti

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Dischi

Experience Hendrix L.L.C. e Legacy Recordings, divisione Catalogo di Sony Music Entertainment, annunciano l’uscita del nuovissimo documentario “Music, Money, Madness…Jimi Hendrix In Maui” e...

Musica

A 50 anni dalla sua scomparsa, avvenuta il 18 settembre 1970, ARTE in Italiano rende disponibile gratuitamente in streaming – fino al 16 novembre...

Libri

Disponibile in libreria e in digitale “THE STORY OF LIFE” – GLI ULTIMI GIORNI DI JIMI HENDRIX, il nuovo libro del giornalista e critico...

Dischi

Experience Hendrix L.L.C. e Legacy Recordings, divisione Catalogo di Sony Music Entertainment, pubblicano “Songs For Groovy Children: The Fillmore East Concerts” in CD e...