Connect with us

Hi, what are you looking for?

Festival

SZIGET Festival 2014: si aggiungono Caparezza, Aucan, Salmo, Blink 182 e tanti altri…

SZIGET FESTIVAL 2014
11 – 18 Agosto
Isola di Óbuda
Budapest (Ungheria)

Caparezza, Aucan, Canzoniere Grecanico Salentino, Salmo, Diodato e Rumatera saranno i nomi italiani nella line up della 22esima edizione del Sziget Festival. Tra gli artisti internazionali si aggiungono invece al cartellone Blink 182 – che suoneranno l’11 agosto restituendo al Sziget Festival una programmazione internazionale che durerà ben 7 giornate – Cee Lo Green, A Day To Remember, Casper, Jimmy Eat World e Fedde Le Grand.

Dopo l’esperienza del Puglia Sounds/Mambo Stage nel 2012 e nel 2013, quest’anno la musica italiana troverà il suo spazio sull’Europe Stage, che aggregherà su un unico palco gli artisti europei già famosi in patria e rivolti verso una scena più internazionale. La location sarà la stessa che ha ospitato il Puglia Sounds/Mambo Stage, a ridosso dell’Alternativa Camping e del Puglia Village.

Nel contesto dell’Europe Stage la musica italiana potrà godere di una platea più ampia e soprattutto internazionale. Partner del palco sarà Puglia Sounds, il programma per il sostegno e lo sviluppo della produzione musicale affidato dal Teatro Pubblico Pugliese a Regione Puglia, Assessorato al Mediterraneo e Assessorato al Turismo, nell’ambito del Programma Operativo FESR (Fondo Europeo Sviluppo Regionale) Asse IV Azione 4.3.2.
szigetfestival2013

Per la line up del palco europeo il Sziget Festival 2014 ospiterà dunque:
Caparezza: il cantautore e rapper pugliese porterà al festival il suo nuovo album Museica, pubblicato il 22 aprile per Universal Music. Il singolo Non me lo posso permettere, racconta Caparezza, “è un brano ispirato ai Tre studi di Lucian Freud, un trittico del pittore irlandese Francis Bacon. Si tratta di una delle opere più costose della storia (accaparrata in un’asta con un’offerta di oltre 140 milioni di dollari) che mi ha offerto lo spunto per sviscerare la frase più pronunciata di questi ultimi anni”.

Aucan: un set oscuro e distruttivo, che mischia il sound della techno più violenta alla bass music, passando per i classici del rap rivisitati in un’escalation di violenza sonora a cavallo fra un rave ed un concerto punk. Il prossimo 6 maggio gli Aucan torneranno con un nuovo EP dal titolo EP I, pubblicato per il colosso discografico Ultra Music, già etichetta di artisti come The Bloody Beetroots, Araabmuzik e Deadmau5.

Canzoniere Grecanico Salentino: l’affascinante dicotomia tra tradizione e modernità caratterizza la musica di questo gruppo composto dai principali protagonisti dell’attuale scena pugliese: una reinterpretazione in chiave moderna delle tradizioni che ruotano attorno alla celebre pizzica tarantata, rituale che si riteneva potesse curare il morso della leggendaria Taranta attraverso la musica, la trance e la danza.

Salmo: da Olbia a Milano, in un solo anno Salmo si è preso la scena rap italiana e ne ha cambiato i connotati, introducendovi elementi di metal, punk-rock, hardcore ed elettronica come ancora non si era sentito nel nostro Paese; a provarlo, oltre 63 milioni di visualizzazioni sul suo canale YouTube ufficiale.

Diodato: dopo la pubblicazione ad aprile 2013 del disco d’esordio E forse sono pazzo, la partecipazione alla colonna sonora dell’ultimo film di Daniele Luchetti Anni felici con la cover di Amore che vieni, amore che vai di Fabrizio De Andrè e la vittoria del premio come “Artista dell’anno” allo scorso Medimex, nel 2014 Diodato approda alla 64esima edizione del Festival di Sanremo con il brano Babilonia, posizionandosi al secondo posto nella classifica generale delle Nuove Proposte ed al primo nella classifica della giuria di qualità.

Rumatera: a due anni dal disco Xente molesta e dopo una tournée che li ha visti impegnati per 116 live in tutta Italia, i “tosi de campagna” tornano con il nuovo doppio album Awanti coi ammicci. Nati nell’estate del 2007 da un’idea di Daniele Russo, Giorgio Gozzo, Luca Perin e Giovanni Gatto, i Rumatera raccontano in dialetto veneziano la vita da ragazzi da provincia, intesi come persone che hanno mantenuto una mentalità ed uno spirito sinceri e non condizionati dagli stili sociali dominanti.

Dall’11 al 18 agosto 2014 il Sziget Festival festeggerà la sua 22esima edizione; la location sarà ancora una volta la splendida Isola di Obuda, nel cuore della città di Budapest. I biglietti in abbonamento al festival, con o senza campeggio, saranno in offerta promo fino al 30 aprile sul sito ufficiale italiano. Sono inoltre disponibili viaggi organizzati di andata e ritorno da ben 14 città della penisola.

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Festival

A due anni dall’ultima edizione del festival alternativo organizzato da Hellfire Booking Agency ed Erocks Production, una nuova scossa sta per devastare il nord Italia. Due...

Concerti

Sono tra le band più seguite della scena metalcore e alternative odierna e tra le più eclettiche dell’intero panorama rock, con una lunga serie...

Tour

SALMO annuncia oggi il “FLOP TOUR”, la tournée organizzata e prodotta da Vivo Concerti e prevista per i mesi di marzo e aprile 2022, che...

Video

I RUMATERA e BENETTON RUGBY, nasce una nuova coppia made in Veneto tra musica e sport. La band ha scritto infatti il nuovo inno del club, LEONI. I Rumatera sono stati in grado...