Connect with us

Hi, what are you looking for?

Indie Rock

ONEIDA – Preteen Weaponry

ONEIDA - Preteen Weaponry

“Preteen Weaponry” è il primo volume della preannunciata trilogia “Thank Your Parents” firmata Oneida. “Preteen Weaponry” è il ritorno alle radici, il ritorno al kraut-rock che avanza e che non lascia spazio. La gola si chiude. Il respiro diventa corto. La bocca s’asciuga. Le gambe tremano. Il trio è ancora qui, è ancora con noi. Gli Oneida undici anni dopo il loro debutto (“A Place Called El Shaddai’S”, 1997).

“Preteen Weaponry”, New York. Il nono album. Tre tracce, quaranta minuti. Il taglio netto che spegne le sfarzose, dolcissime, melodie di “The Wedding” (2006), e che depenna maliziosamente le preziose sbavature punk-funk del precedente “Happy New Year” (2007). “Preteen Weaponry”, tre lunghe suite. Un lungo tappeto che invoca mezza Germania, mezz’Europa. I Faust, i Neu!, gli Ash Ra Tempel, gli Hawkwind, i seventies. Un viaggio ostico tra sciabolate filtrate, sintetizzatori, tastiere, echi di chitarre e riverberi sfilacciati. Il minimalismo che bacia la monotonia nella prima parte, l’acidità nella parte centrale, l’effettistica smodata, pleonastica e maniacale nell’ultima.

“Preteen Weaponry”, il kraut-rock secondo gli Oneida, secondo la nuova cultura, secondo la nuova generazione, secondo gli Stati Uniti d’America. La sperimentazione di ieri, la sperimentazione di oggi. “Preteen Weaponry”, un graditissimo ritorno.

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...