Connect with us

Hi, what are you looking for?

Libri

Piccole recensioni sentimentali, il regalo giusto

Se siete dipendenti dalla musica dovreste farvi un regalo per Natale, se di musica sapete poco e niente dovreste comunque farvi questo regalo. In un mondo dove spesso i libri non sembrano essere i doni più in voga, e la musica sembra aver assunto un’ importanza minore rispetto al passato, fate trovare sotto l’albero un regalo che darà alla lettura e alla musica il giusto rilievo che merita. Quest’anno regalate e regalatevi “Scrivevamo sulle scarpe – Piccole recensioni sentimentali“, il primo libro di Luca Azzini. È giusto che vengano date le motivazioni di un consiglio così sentito. Partiamo subito dicendo che è singolare come questo libro sia venuto alla luce: siamo in pieno lockdown e Luca apre una pagina Instagram “La mia vita in 400 dischi.

Già da questo blog ci si rende conto che quel che l’autore sente il bisogno di fare non è una recensione tecnica dei dischi per lui più importanti. No, quelle di Luca sono recensioni sentimentali, o se vogliamo esser ancora più chiari si tratta di recensioni “intime”. Un disco alla volta Luca Azzini racconta la sua vita, i suoi momenti più importanti, ognuno di essi segnato da una precisa colonna sonora. Gli album diventano i suoi album, diventano la sua storia ed è grazie a questo sfogo costante che prende forma l’esigenza di raccogliere e fare ordine, fino alla pubblicazione del libro “Scrivevamo sulle scarpe” pubblicato da Edizioni dialoghi. Il blog di Luca è stata la risposta di sopravvivenza ad un momento storico forte e complesso, una risposta che poi si è tramutata in un libro che badate bene non è un semplice sfogo intimistico.

Tramite il suo libro infatti Luca Azzini ha tratteggiato quelli che sono i punti comuni di molti appassionati di musica, in particolare di quella fetta di persone che ancora si emoziona davanti ai dischi in vinile, quelle persone che danno alla musica un’importanza così forte a livello umano e sociale che per molti, specialmente ora, è davvero incomprensibile. Fin dalle prime righe tanti di noi potranno riconoscersi in certi sentimenti, tanti di noi non potrebbero vivere la loro esistenza se non avessero la musica come compagna di viaggio. Quel che l’autore racconta di se, i suoi luoghi, i viaggi, l’amore e tutto il resto sono scanditi con semplicità e passione e per quante similitudini si possano riscontrare, è ovvio che quello è il suo mondo. Ma la musica, è lei che accomuna Luca e chi legge, e cosa oltre la musica ha questo potere? Con questo libro si pensa e si ricorda. “Che facevo io nel periodo in cui ero in fissa con quell’album?”

Per chi di musica sa poco e niente, beh non è mai tardi per recuperare, questo libro consente la creazione di un manuale bello corposo.
Nell’introduzione di “Scrivevamo sulle scarpe – Piccole recensioni sentimentali“, l’autore scrive: “La musica è diventata la sorella maggiore che non ho mai avuto, quella da cui impari le cose della vita, quella che non ti abbandona. Quella che ti dice sempre la verità, a costo di farti un gran male.” (Luca Azzini)

Questa dichiarazione basta e avanza per comprendere quanta passione ci sia dietro questa biografia a puntate sonore. Buon Natale, RockOn!

https://www.edizionidialoghi.it/

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Network

instagram logo
facebook logo
twitter logo
flickr logo
youtube logo

Instagram

Nessun Inchino Finale Festival
28 Gen 23
Segrate
Galeffi
28 Gen 23
Bologna
Hot Chip (djset)
28 Gen 23
Bologna
La SAD
28 Gen 23
Nonantola
Santi Francesi
28 Gen 23
Pozzuoli

Scopri anche...