Connect with us

Hi, what are you looking for?

Reportage Live

Vorrei avere 20 anni per essere una groupie dei CANOVA – Reportage e scaletta del concerto di Milano

Articolo di Chiara Amendola | Foto di Giulia Manfieri

Ammetto di essere stata un po’ scettica nei confronti dei Canova, almeno in principio, quando erano solo un nome tra tanti che spuntava fuori durante le serate sbronze al Rock’n’roll.
Con estrema franchezza confesso di essermi sbagliata, ma a questo proposito ho fatto già ammenda nel 2016 dopo aver ascoltato “Portovenere”, per gentile concessione di Spotify che la inserì nella mia discovery weekly.

Torno all’Alcatraz per ascoltarli dal vivo la seconda volta. La prima fu molto divertente, fa piacere vedere come un gruppo di ragazzi che realmente crede in un progetto, non fatto solo di passione ma anche confezionato con intelligenza, riesca a farsi amare dal pubblico, tra cui ragazzine urlanti che lanciano reggiseni di pizzo. Credo sia il livello super sayan nell’evoluzione di un musicista.
Vorrei che qualcuno lo facesse per me ma non ho talenti da propinare.

Anche questa volta il concerto è sold out, notizia confermata dall’incredibile numero di presenti. All’ingresso c’è una coda chilometrica che prosegue lunga e interminabile in via Giuseppe Piazzi.

I Canova hanno un rapporto privilegiato con Milano, oltre ad avergli dato i natali, appartengono alla “dark side” underground della città, tra gli immancabili della scena, presenzialisti assoluti agli appuntamenti musicali più cool.

Il pubblico di stasera non raduna solo fan ma anche volti di amici, musicisti, celeb, che hanno avuto un ruolo nella formazione della band, un sentimento di riconoscenza e rispetto che rende ancora più affasciante questo mondo.

I ragazzi arrivano sul palco con una calorosa versione di “Shakespeare”. È quasi impossibile distinguere la voce di Matteo tra i cori trepidanti. L’atmosfera di quando il gruppo suonava nei piccoli club non è mai cambiata, oggi come ieri tutti recitano a gran voce i testi e innalzano pinte di birra in segno di saluto.

Sulle nuove canzoni sono un po’ impreparata, a quanto pare l’unica nell’intera location, e mi sento molto a disagio.
Finalmente su “Manzarek” mi lascio andare anche io alla frenesia, convinta e compiaciuta di essere una delle poche a ricordare le parole, ma vengo  pubblicamente umiliata dalle non-coetanee in platea, fan ventenni che indossano t shirt del merchandising, giuro che ne ho vista qualcuna piangere.

Su “Goodbye goodbye” mi sembra di riascoltare i Thegiornalisti di Fuoricampo, nel periodo ancora avanguardista in cui intonavano pezzi come “l’importanza del Cielo”. Non sono l’unica a notarlo, qualcuno beffardamente urla “Daje con Completamente”.

Momento cover super apprezzato con la recentissima “Roll Royce” che, a dirla tutta, potrebbe passare come un pezzo che porta la firma della band tanto è lineare l’interpretazione e animata l’accoglienza.
“Ci sono le Groupie stasera?” chiede Morbici prima di intonare l’omonimo brano, un coro allo zucchero si alza dalla platea, sono convinta che ce ne siano più del previsto…
“Ramen” è un intermezzo così romantico che quasi ho voglia di prendere un accendino e farlo ondeggiare a tempo di musica, senza dubbio uno dei brani che più ricorderò di questa serata.

Gran finale su “Threesome”, attesa e richiesta con impazienza. Se è vero, come sostengono i Canova, che le loro canzoni sono racconti sinceri, voglio pensare che questo rocambolesco ménage a trois sia un aneddoto della vita reale da cui hanno tratto ispirazione.
La canzone tira avanti più del solito con la folla, ormai stremata, che salta e batte le mani inondata da un tripidio di coriandoli colorati.
La festa è finita (per citarli ancora), sono certa che la prossima volta sarà al Forum.
Bravi ragazzi.

Clicca qui per vedere le foto dei Canova a Milano (o sfoglia la fotogallery qui sotto).

CANOVA: la scaletta del concerto di Milano

Shakespeare
Domenicamara
Manzarek
Goodbye goodbye
14 sigarette
Portovenere
Per te
Rolls Royce (cover)
Groupie
Ho capito che non eravamo
La felicità
Expo
Ramen
Vivi per sempre
Santamaria

Encore:
Aziz + Brexit (piano e voce)
Vita sociale
Threesome

CANOVA – Tour 2019

Biglietti in vendita a questo link > http://bit.ly/canova2019

22 marzo 2019 – VENARIA REALE (TO) – TEATRO DELLA CONCORDIA
26 marzo 2019 – PADOVA – HALL (nuova location)
28 marzo 2019 – ROMA – ATLANTICO
29 marzo 2019 – NAPOLI – CASA DELLA MUSICA
30 marzo 2019– MODUGNO (BA) – DEMODE’
03 aprile 2019 – FIRENZE – OBIHALL TEATRO DI FIRENZE
05 aprile 2019 – BOLOGNA – ESTRAGON

Biglietti in vendita a questo link > http://bit.ly/canova2019

Chiara Amendola
Written By

Cinefila e musicofila compulsiva. Quando qualcosa mi interessa non riesco a tacere.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Musica

A pochi giorni dall’uscita del nuovo singolo (Tutti Uguali) i CANOVA, con una lettera sui propri social, comunicano la fine del progetto, una bellissima...

Concerti

Dovremo aspettare l’autunno per vedere live i CANOVA, ma i loro fan pare non stiano più nella pelle: a meno di un mese dall’annuncio...

Reportage Live

Foto di Alessio Siculiana Dopo un lungo tour estivo i Canova hanno salutato il proprio pubblico nella propria casa, Milano con un concerto speciale,...

Concerti

Dopo 5 mesi in tour i Canova sono pronti a riabbracciare la propria città! “MILANO PER SEMPRE” non sarà soltanto un concerto, ma una grande festa di...