Connect with us

Hi, what are you looking for?

Playlist

I 6 brani preferiti di Henford

E’ uscito a settembre Sinking with Niah Steiner, il nuovo secondo singolo di Henford. Finalmente un nuovo capitolo che segue il singolo di debutto Bright Side per il progetto del musicista e producer Federico Cerati (già nella band dei Caveleon) che vanta la collaborazione della cantante italo-danese Niah Steiner. La scena underground milanese che si arricchisce quindi di venature trip hop, ambient e influenze che spaziano tra Moderat. Apparat e Jon Hopkins.  

Sinkingcommenta Henford, esprime la sensazione di impotenza nel tentare di aiutare chi non vuole essere aiutato. Un gesto di affetto incondizionato, caratterizzato da sonorità energiche e positive, che allo stesso tempo si scontra con la rabbia e la malinconia di non poter fare nulla verso chi si sta perdendo.

Gli abbiamo chiesto quali sono i sono cinque brani preferiti.

Heroist – Apparat  

Apparat per me è un artista di riferimento oltre che uno dei miei ascolti preferiti, e ho scelto questa sua traccia per l’energia che evoca. La bassline aggressiva si unisce a percussioni incalzanti e ad un ambiente sonoro misterioso, ma allo stesso tempo rigenerante.

Un sound originale che ipnotizza accompagnato dalla sua voce leggera, che ti trasporta lungo questo viaggio. 

Neighbourhood – WhoMadeWho  

Questo brano mi suscita grande emozione, e cambia sempre a seconda dello stato d’animo con cui la ascolto. La melodia della sua voce, insieme alle sue armonizzazioni, tocca le corde più profonde, mentre la base ti spinge avanti come un motore che non si ferma mai.

Questa traccia è la migliore compagna di innumerevoli viaggi in macchina! 

Battas – Mazde, Lissa 

Questa traccia è tra i miei ascolti preferiti da molto tempo, e penso sia unica nel suo genere. Mi faccio trasportare dall’armonia dell’elettronica del ritornello che si accompagna alla perfezione con un ritmo groovy, mentre le keys e la voce nelle strofe creano un mood unico che non muore mai!

La struttura e il rapporto tra voce e base che c’è in questo brano è per me di grande ispirazione. 

A Drifting Up – Jon Hopkins 

Questa traccia è un parco giochi per le orecchie! Amo perdermi tra i mille dettagli sonori, lasciarmi ipnotizzare dalla ritmica che si trascina costante, mentre attorno ad essa si evolve e cresce un mondo di suoni.

Penso che il modo con cui Jon Hopkins unisce il pianoforte alla musica elettronica sia unico, e per me è sempre fonte di grande ispirazione, oltre che di puro godimento. 

Underwaterfall – Bearcubs 

Quando l’ho ascoltata per la prima volta avrei scommesso che questo brano fosse di James Blake, ma nonostante si avvicini parecchio al suo stile mi sbagliavo! Amo la minimalità di questa traccia che mi aiuta sempre a ricordare che “less is more”.

La scelta dei suoni è semplice ma perfetta, e il ritmo originale accompagnato da suoni organici e naturali ti fa muovere. 

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...