Connect with us

Hi, what are you looking for?

Interviste

NON CROLLARE MAI – Intervista a Modigliani

Modigliani – il progetto del cantautore Francesco Addari – dopo aver pubblicato i singoli Questa Serie È Una Bomba, Sigarette e Vino Rosso, fa uscire l’album d’esordio UNO. L’album è stato anticipato dall’uscita del singolo Tu non crolli mai, che si può definire la canzone manifesto del disco. Il brano parla di resilienza ed è stato definita da Modigliani stesso come “una canzone allo specchio, da ascoltare guardandosi negli occhi per rendersi conto che nonostante tutto si è ancora in piedi.”

UNO, nonostante il nome, è un disco con una doppia faccia: Modigliani mostra due lati delle sue emozioni e del suo mondo interiore, come se si trattasse di una costante battaglia tra due squadre che scontrandosi creano gioie, malumori e naturalmente canzoni. UNO è anche un inizio, una ripartenza con molta più consapevolezza dopo aver toccato il fondo. 

In questa intervista abbiamo avuto modo di esplorare la dualità di questo album e di questo musicista, per capire meglio come ha lavorato ai pezzi, quali sono state le sue ispirazioni, cosa significa fare musica durante una pandemia e come sia possibile rialzarsi anche quando sembra impossibile. 

Com’è nato questo album?
È nato dall’esigenza di scrivere e tirar fuori i pensieri e i sentimenti più importanti di questi ultimi due anni, che per me non sono stati molto semplici. Sono stato travolto dalle ansie, dalle insicurezze e dalla paura. Questo disco è un racconto ma per me è stato anche un mezzo che ho utilizzato per provare ad uscire da questa situazione. L’ho voluto chiamare UNO perché oltre ad essere una ripartenza nell’ambito musicale vorrei che lo fosse anche a livello personale.

Il primo brano Questa Serie è Una Bomba ha un sound che ricorda un po’ quello di Mac Demarco. Quali sono state le ispirazioni dietro a questo pezzo?
Devo ammettere che Mac Demarco è un artista che non ho ascoltato tanto, non fa parte quindi delle ispirazioni dietro a Questa Serie è Una Bomba. Non saprei quali artisti citare, forse le ispirazioni che hanno portato a questa canzone sono tante, ma in particolare nessuna. Per quanto riguarda il testo, vista anche la citazione iniziale, mi piace pensare che sono stato ispirato da De Gregori, in Questa Serie è Una Bomba ci sono tanti personaggi un po’ come nella sua splendida Alice.

Il mondo della musica è in stand by da un anno, a causa dell’emergenza COVID. Com’è fare musica adesso – pubblicare un album, scrivere canzoni – e com’era prima di tutto questo?
Pubblicare adesso è come lanciarsi nel buio. UNO è un disco che sarebbe dovuto uscire qualche mese fa, abbiamo posticipato diverse volte la sua uscita, soprattutto perché non sarebbe stato possibile suonarlo dal vivo. Però ci siamo stancati di aspettare, avevamo voglia di farlo ascoltare, comunque la speranza è quella di poterlo suonare dal vivo già da questa estate. Non ho avuto difficoltà a scrivere le canzoni durante il lockdown, visto che la maggior parte di esse le ho scritte guardando solo dentro me stesso.

UNO è un album speranzoso: mi fa venire voglia di alzare le spalle, sorridere e andare avanti. Quali sono le canzoni del disco a cui sei più legato? Le mie preferite sono Romantica e Sigarette.
Con questa tua affermazione mi rendi felice, perché è proprio questo il messaggio che vorrei arrivasse a chi ascolta il disco. Spesso cadere è inevitabile, serve a farci capire, a farci crescere, io ho imparato tantissimo dagli errori, dalle cose negative e dalle cadute, servono per farci andare avanti più forti di prima. Sono molto legato a Tu Non Crolli Mai, è la mia preferita, sia musicalmente sia per il significato del testo. La reputo la canzone manifesto del disco. Sono molto legato anche a Romantica e Piccole Città che sono le ultime canzoni che ho scritto, sono nate nell’ultimo mese di un catastrofico 2020.

Il brano Tu Non Crolli Mai è un po’ un reminder da tenere in mente in questo periodo. Qual è stato un momento in cui stavi per crollare ma non l’hai fatto?
Sì esatto, ci sta molto bene il termine reminder, non a caso la frase “tu non crolli mai” la ripeto ben dodici volte all’interno della canzone. Il momento in cui stavo per crollare è stato a Ottobre a Milano dopo un concerto. Ho avuto un forte attacco di panico. Essendo stato il primo, e per adesso anche l’unico, in realtà non capivo cosa mi stesse succedendo, ad essere sincero mi sembrava solo di morire. Mi sono ripreso dopo qualche settimana, adesso sto molto meglio, sto imparando a convivere con le mie fragilità.

Con chi ti piacerebbe collaborare in futuro?
Sono tanti gli artisti con i quali mi piacerebbe collaborare, dovrei farti un elenco troppo lungo. Per il momento sono molto contento di aver collaborato con Scarda che ha scritto e cantato in una canzone del mio disco che si intitola Lasciare Per Ricominciare. In futuro chissà…Non mi dispiacerebbe collaborare con una donna.

Se dovessi passare una serata di Vino Rosso e Sigarette con due cantanti, chi sceglieresti?
Premetto che io al terzo bicchiere di vino rosso mi troverei bene un po’ con chiunque. Comunque i primi due cantanti che mi vengono in mente pensando al vino e alle sigarette, sono Cesare Cremonini e Tommaso Paradiso. Sì, direi che sarebbe proprio un bel trio.

Cosa speri lasci UNO a chi lo ascolta?
Ma sicuramente torniamo a una delle domande precedenti, vorrei lasciasse un sorriso e voglia di andare avanti. Questo è un periodo in cui ci siamo fermati praticamente tutti, c’è voglia di riprendere a camminare e di tornare alla normalità. Con questo disco vorrei dare un mio piccolo contributo.

di Denise Tshimanga

Avatar
Written By

Futura 1993 è il network creativo creato da Giorgia e Francesca che attraversa l’Italia per raccontarti la musica come nessun altro. Seguici su Instagram e Facebook!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...