Connect with us

Hi, what are you looking for?

Interviste

Intervista a Mameli, Nashley e Blind: “NON CAMBI MAI”, la collaborazione di cui non sapevamo di aver bisogno 

Fino a un anno fa, vedere insieme i nomi di Mameli, Nashley e Blind ci sembrava quasi un’utopia. Sono artisti provenienti da universi musicali diversi: Mameli l’abbiamo conosciuto nelle playlist di Indie Triste, Nashley nella sua dimensione rap e Blind lo abbiamo ascoltato recentemente in featuring con Nicola Siciliano e Guè Pequeno. Con il loro ultimo pezzo, “NON CAMBI MAI”, ci hanno confermato che unendo mondi diversi si possono creare cose belle ed interessanti come questa, cercando di trovare un punto d’incontro tra le loro diverse realtà pur rimanendo fedeli a loro stessi.

Il nuovo pezzo nasce infatti dall’unione creativa dei tre artisti e dalla fusione dei loro universi musicali, per quanto diversi tra loro: ”Quando eravamo lì in studio a registrare ognuno sentiva il pezzo come suo” – ci racconta Mameli – “Non ci siamo mai detti in faccia quale fosse il concetto secondo il quale stavamo scrivendo e non penso glielo chiederò in futuro: è bello pensare che in quel momento ognuno avesse la sua idea e che alla fine tutte siano sfociate in un unico discorso.

Noi di Futura 1993 siamo rimaste particolarmente colpite da questo brano, e abbiamo scambiato quattro chiacchiere virtuali con i tre artisti. Ecco cosa ci hanno raccontato.

Mameli, hai raccontato che la prima parte che hai scritto del brano sono stati la tua strofa e ritornello una sera a Bologna, cosa ti ha ispirato a scriverli?
Ciao ragazzi! Mi trovavo a casa del mio chitarrista, Francesco. Avevo voglia di scrivere qualcosa di diverso rispetto alle mie solite cose, abbiamo ascoltato artisti completamente fuori dal mio universo e poi tutto il resto è venuto in modo naturale.

Nonostante gli universi diversi da cui provenite, pensi ci sia qualcosa che vi avvicini e vi accomuni magari, sia da un punto di vista artistico che umano?
Secondo me oggi è difficile poter tracciare linee così nette all’interno del panorama musicale attuale. Viviamo di contaminazione, poi sicuramente loro appartengono ad uno scenario più Rap rispetto a me. Sia Nashley che Blind sono artisti in gamba, ambiziosi e precisi in quello che fanno. Avevamo già un rapporto perché prima di questo pezzo avevamo già collaborato per i loro progetti discografici, quindi mi sono trovato veramente da dio!

Ultimamente ti vediamo in parecchi featuring: dal pezzo in collaborazione coi Rovere, e adesso il tuo nuovo singolo insieme a Nashley e Blind. Ce ne dobbiamo aspettare altri?
Ammetto che è colpa dei Rovere. Mi hanno fatto sentire un po’ solo. La musica è collaborazione, è uno degli aspetti più belli del mio lavoro, quindi non ci trovo assolutamente qualcosa di male. Sì, potete tranquillamente pensare che ce ne saranno altri.

Noto cambiamenti nel sound e stile dagli ultimi pezzi che ci hai proposto. Da che bisogni è nata quest’evoluzione? 
E’ verissimo, e credo sia abbastanza normale volersi evolvere, soprattutto nell’ambito musicale. Penso che nella vita di un’artista ci siano degli input esterni che stimolano continuamente la sua ispirazione. Al momento mi sento così, il mio primo disco è stato completamente suonato, adesso sto su un’altra wave: la cosa importante è che non cambi la mia scrittura e la mia identità.

Non è scontato per un artista, oltre a scrivere i propri brani, produrli. Trovi che questa formula di scrittura e produzione ti faccia spaziare come più preferisci o lo trovi a volte un polimitante? 
Assolutamente sì, come si dice in gergo: faccio il cazzo che mi pare! (ride, ndr.) 

Per me è una figata perché probabilmente un produttore mi avrebbe detto: ti stai spostando troppo dal solito, secondo me non ne esci bene. Invece da solo ho la possibilità di sperimentare quanto mi pare e poi produrre con qualcun altro (in questo caso SimonSays) quando ho già le idee chiare.

Ciao Nashley! Ascoltando il pezzo in studio da Mameli cosa ti ha fatto venire voglia di partecipare?
Ciao ragazze! Solitamente non faccio mai pezzi con sonorità “estiva” e questa era l’occasione giusta, quando lavoro con Mameli lui riesce sempre a farmi uscire dagli schemi. Ho voluto dare il mio contributo al pezzo aggiungendo un po’ di urban, è venuta una bella bomba secondo me!

Nashley, questo featuring è un assaggio di ciò che ci dobbiamo aspettare da te nelle prossime release o ci catapulterai un universo completamente diverso? 
Questo featuring sicuramente è inerente al percorso che sto prendendo, quindi senz’altro un po’ più direzionato verso il pop. È chiaro che, ritenendomi abbastanza dinamico, non si sa mai cosa ci si può aspettare dalle mie prossime release. E non sarò certo io a rovinarvi la sorpresa! (ride, ndr.)

Ciao Blind! Sia te che Mameli avete partecipato a un talent, Xfactor ed Amici. Pensi che queste esperienze vi accomunino? 
Ovviamente, partecipando a questi show abbiamo sicuramente percorso una strada molto simile, sappiamo quanta pressione improvvisamente ti trovi addosso e quindi spesso ci siamo ritrovati a scambiarci ricordi e aneddoti sulle nostre esperienze, quasi una piccola gara a chi se l’è vista peggio! (ride,ndr.)

Blind, arrivi da un periodo ricco di collaborazioni con diversi artisti, Guè Pequeno e Nicola Siciliano per citarne alcuni. In particolare, cosa conservi da questa esperienza con Mameli e Nashley? 
Tutti ragazzi speciali, sia Mameli che Nashley sono ragazzi simpatici e tranquillissimi! Ci siamo confrontati su tutto in modo molto costruttivo e abbiamo lavorato veramente bene insieme

Dopo questa bellissima collaborazione, cosa ci dobbiamo aspettare da ognuno di voi? Quali sono i vostri prossimi progetti?
Mameli: Io ho appena riniziato. Ammetto che non è semplice in questo momento di pandemia. La cosa che mi manca di più sono i concerti, non solo i miei, anche quelli degli altri. Non ho fretta, è un nuovo viaggio. Vediamo dove mi porterà.

Nashley: Io personalmente uscirò con un nuovo singolo, “Soli Assieme” il 30 Aprile, non mi ferma più nessuno. Poi… si vedrà! Sto sempre lavorando al disco, ma quello uscirà solo al momento giusto. 

Blind: Sto lavorando a tantissime cose una dietro l’altra di cui saprete a brevissimo, e non vedo l’ora di tornare su un palco a cantare con i miei fan!

Concludiamo con lultima domanda per tutti e tre. Ci piacerebbe sapere quali sono gli artisti che vi hanno e che vi influenzano ancora tuttoggi: consigliateci qualche brano da ascoltare!
Mameli: In questo momento sto ascoltando tantissimo Tangana. Vi consiglio Comarte Entera. Spacca!

Nashley: Russ – September 16, Mac Miller – my favorite part, NF – Time

Blind: Andatevi ad ascoltare Lil Tjay e Lil Durk! A presto ragazzi.

di Eleonora Bruno e Marta Tanzillo

Written By

Futura 1993 è il primo network creativo gestito da una redazione indipendente. Cerca i nostri contenuti sui magazine partner e seguici su Instagram e Facebook!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Network

instagram logo
facebook logo
twitter logo
flickr logo
youtube logo

Instagram

Caterina
27 Gen 23
Milano
Galeffi
27 Gen 23
Brescia
La SAD
27 Gen 23
Firenze
Nessun Inchino Finale Festival
28 Gen 23
Segrate
Galeffi
28 Gen 23
Bologna

Scopri anche...

Interviste

La nostalgia non è lacerazione, non è struggenza. È come una pulce che ti si piazza in testa e ogni tanto ti ricorda che...

Interviste

Qualche settimana fa è uscito “Mappa”, il brano di Mameli in collaborazione con Meli, entrambi originari della Sicilia e di Catania in particolare. La...