Connect with us

Hi, what are you looking for?

Interviste

BABBUTZI ORKESTAR: leggi l’intervista e guarda in anteprima il video “Tony Makkeroni”

TONY MAKKERONI è il primo singolo tratto da 5, l’ultimo EP della BABBUTZI ORKESTAR in uscita il 6 aprile. Il disco esce leggermente dal percorso balcanico seguito fino ad oggi dalla band, per prendere una deviazione che loro stessi definiscono “Crossover Da Osteria: una nuova frontiera per la già nota Balkan Sexy Music”. Alle contaminazioni balkan, punk e surf si aggiungono sonorità più compatte e aggressive, a cui si unisce una dimensione dal sapore cantautorale dettata dai testi per la prima volta in italiano.

TONY MAKKERONI è un brano capace di entrare nella testa e nelle gambe degli ascoltatori, con un ritornello orecchiabile, estivo e ballabile. Il testo ruota intorno alla figura di Tony, un personaggio inventato. La canzone è nata immaginandosi uno pseudo bagnino dai modi goffi e rozzi, ma allo stesso tempo ironici. Tra spiagge, soli ed ombrelloni il vecchio Tony fa conoscere la sua indole bizzarra strofa per strofa, introducendo l’ascoltatore in una dimensione giocosa e circense.

L’idea del video, girato e montato da Alex Sofo con l’assistenza di Emiliano Bianchi, nasce con l’obiettivo di trasportare nel linguaggio visivo l’universo giocoso del brano. A tale scopo sono state coinvolte persone e lavoratori durante le proprie attività quotidiane e sul posto di lavoro. Il video, girato per le strade di Milano, è anche un richiamo all’evasione dalla routine lavorativa e dalla quotidianità metropolitana, che spesso mettono in secondo piano il piacere dell’allegria e delle stravaganze: l’ombrellone diventa simbolo e veicolo con il quale affrontare questa fuga prima di tutto mentale.

[embedvideo id=”IfSRNmtVnJc” website=”youtube”]

“Crossover da Osteria: una nuova frontiera per la già nota Balkan Sexy Music”: è questo il mondo dietro il vostro nuovo album “5”. Sicuramente evoca fin da subito uno scenario molto chiaro: aria di festa, danza, musica, buon vino e tutto il bello di un’atmosfera più “rustica”: è così?
L’osteria è un tempio! Un luogo dove ci si perde tra brindisi, gran chiasso e tanta festa. Il nostro nuovo suono è un osteria in cui perdersi! Delle canzoni in cui rifugiarsi quando si soffre di quel malessere dovuto alla quotidianità. Alla nostra balkan sexy music abbiamo voluto aggiungere un pizzico di rock ed un suono più aggressivo. Da qui la scelta di una nuova line up, che ha portato ad un nuovo mix per noi…Per l’appunto un crossover da osteria.

Negli anni avete sempre cercato di declinare la balkan music in varie forme, aggiungendo sempre nuove influenze, ora più tradizionali, ora più rock. Cosa c’è dietro questa continua ricerca musicale?
Ci sono dietro idee, passioni e soprattutto la continua ricerca musicale. Per noi la musica è evoluzione ed abbiamo la fortuna di poter sperimentare attraverso i nostri lavori. Ognuno di noi fa ascolti diversi, ha un suo modo personale di approcciarsi alla musica ed al suo strumento, cose che insieme alle esperienze personali entrano in contatto e portano linfa vitale ai pezzi su cui iniziamo a lavorare.

Mi sembra che questa continua innovazione, pur rimanendo nell’universo balkan, abbia portato diverse novità, tra cui quella più immediata rappresentata da testi in italiano. Perché questa scelta? Quali sono altre novità, magari più nascoste?
L’italiano è la vera novità. Era tempo che ci si stava pensando ed era arrivato il momento di cantare nella nostra lingua. Ai primi ascolti in studio ci suonava strano, abituati a sentire un altro tipo di suono sui testi, però dopo pochissimo ci siamo subito abituati e siamo soddisfatti e felici della scelta fatta. Ora sarà difficile tornare indietro…

È difficile rimanere fermi ascoltando il cd, figuriamoci ad un vostro concerto. Quanto conta la dimensione live per la vostra musica? Come porterete le nuove canzoni su un palco?
Noi abbiamo sempre fame di palco. Per noi il live è nutrimento e necessario. Non possiamo farne a meno. Questo disco lo abbiamo pensato, suonato e scritto immaginando già i pezzi sul palco, era importante che i brani suonassero come dal vivo quindi festosi, alcolici e da osteria.
In concerto saremo molto carichi, è tempo che aspettiamo di tornare in tour e sul palco faremo sentire tutta la nostra voglia sia nei nuovi brani, che in quelli che ci hanno accompagnato negli anni.

Per finire, cinque aggettivi per definire “5”.
Chikychiky, Vinoploda, Tonymakkeroni, Fiorieplata, Dedainosaurus
…valgono come aggettivi?

BABBUTZI ORKESTAR – Tour 2018

Annunciate le prime date del tour
6 APRILE – MILANO, OHIBÒ
21 APRILE – PARMA, SLIVER
24 APRILE – ROSIGNANO SOLVAY (LI) DE FREEDOM FEST 2018
27 APRILE – VITULAZIO (CE), MR ROLLY’S
28 APRILE – CASTIGLIONE DEL LAGO (PG), DARSENA LIVE MUSIC

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...