Connect with us

Hi, what are you looking for?

Video

PENTOTHAL: guarda in anteprima il video “In arte giumenta”

Realizzato da Bubi Visual Arts, il video animato di “In arte giumenta” si sposa perfettamente con il pezzo a cui dà immagine, come la canzone non parla esattamente di qualcosa di concreto e definito, cerca di esprimere più un’insieme di stati d’animo e in questo caso si tratta di ansia, smania, disagio, dipendenza e trasformazione che ne consegue.

Più sono forti il disagio e la dipendenza, più è manifesta la trasformazione verso qualcosa che si discosta anche da ciò a cui si tende.

Tutto questo ci trasporta in un onirico viaggio dalle tinte oscure che porta il protagonista a cercare, lottare, sopportare per poi non giungere a niente e uscire stanco e ancora più frustrato.

I Pentothal sono una band nata nel 2004 composta da Toso (Alessandro Toto), Jean Paul (Gianluca Materiale) e Ciavarro (Massimo Di Palma). Con all’attivo un EP (“Toys” del 2007) e due album (“Buongiorno/Goodnight” del 2009 e “Nell’anno del Signore” del 2010), i Pentothal hanno suonato un po’ in tutta Italia aprendo anche i concerti di vari gruppi tra i quali Bugo, P.G.R., Almamegretta, 24 Grana, A Toys Orchestra, Gino Fastidio e diventando uno dei gruppi di punta della “Cantina Mediterraneo”, locale underground storico della provincia di Frosinone.

Dopo lo scioglimento nel 2010 Jean Paul e Toso danno vita ad altri progetti (Il Vicolo Del Buonconsiglio, Nohaybanda e Radiocroma), continuando a pubblicare album e a suonare in giro.

Nel 2016 i Pentothal si riuniscono per celebrare il Patron della Cantina Mediterraneo, da poco scomparso, per un concerto tributo. Le good vibrations di questa serata spingono i Pentothal a tornare definitivamente insieme e a scrivere nuovi pezzi, che andranno a formare l’album “Sopra la panca la capra campa, sotto la panca la capra crepa”, in uscita il 10 gennaio 2020 per MiaCameretta Records.

In uscita il 10 gennaio 2020 per MiaCameretta Records, “Sopra la panca la capra campa…sotto la panca la capra crepa” è il terzo lavoro dei Pentothal e giunge alle stampe a 10 anni dall’ultimo “Nell’anno del Signore” (Welcome Home 2010). L’album è composto da 7 brani scritti da Toso e arrangiati dai Pentothal. Si parte dalla title track, un pezzo rock che ha un sapore sbarazzino, per passare a “In arte Giumenta”, primo singolo, dal ritmo sincopato e frenetico; Il terzo pezzo è “Grilli per la testa”, disconnessa e con un fare che richiama vagamente le musiche dei videogames anni 80/90. A seguire c’è “Sulla testa”, un mid-tempo colorato e onirico che precede il secondo singolo “Puttana Eva”, ballata acustico/elettronica un po’ folk un po’ futuristica; a terminare l’album ci sono “Domenica di Ferragosto”, pezzo dove l’ombra del Tom Waits della trilogia di Frank aleggia tra gli accordi, e “Il Falò”, dalle atmosfere reggae. I testi sono per la maggiore onirici e criptici, intimi ma leggeri e la musica in generale è molto varia e colorata dall’uso di vari strumenti (chitarre, basso, batteria, piano, ukulele, sintetizzatori vari, percussioni, rumori…), senza prediligere un genere in particolare e svincolandosi da facili classificazioni.

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...