Connect with us

Hi, what are you looking for?

Playlist

Le quattro canzoni da viaggio di Alessandro Bruni

Fuori il 26 Febbraio 2021 il nuovo singolo di Alessandro Bruni intitolato Lontano dalla tua città, prodotto da Zafa, edito da Grm Managment (Riccardo Marini) e distribuito da Artist First. 

Il brano per me significa Inizio, l’inizio che parte da una scelta e il coraggio di vivere la propria scelta, prendendone tutti i momenti belli e non, riempiendo il proprio zaino di ricordi ed esperienze.

La vita è una sola, Viviamola,
afferma il giovane cantautore, che considera Lontano dalla tua città un brano all’insegna della scoperta, o meglio ancora, all’insegna della crescita personale, descrivendo il momento in cui si sente il bisogno di diventare ognuno responsabile della propria vita e delle proprie scelte; all’interno delle scelte arriva la vera scoperta di sentirsi pronti, la scoperta di riuscire ancora a meravigliarsi con stupore delle proprie decisioni, la capacità di trovarsi davanti ad un bivio e sapere quale strada prendere senza conoscerne la destinazione.

Per l’occasione, gli abbiamo chiesto quali sono i 4 brani perfetti per viaggiare (di questi tempi, anche metaforicamente)

Paradise di Meduza con Dermot Kennedy, brano che si è sentito molto nelle nostre radio ultimamente e che mi ha accompagnato nel mio di viaggio dandomi una carica pazzesca e quel continuo pensiero rivolto alla distanza in amore.


Vieni da me delle Vibrazioni, altro bellissimo brano che parla della distanza tra una coppia e del viaggio per colmarla, un po’ più malinconico come stile, ma come pilastro ella musica italiana non può sicuramente mancare nella mia playlist.

Quite miss home di James Artur, un bellissimo brano d’amore che parla della difficoltà di mantenere un legame tra una coppia quando uno dei due partner è costretto a spostarsi per lavoro, è un brano che quando sono in viaggio soprattutto quando giunge il treno del ritorno, mi ricorda dov’è casa.


Wait dei m83, un brano che mi accompagna sempre ormai da anni, fin da piccolo sono stato uno di quei bambini che guardando fuori dal finestrino, immaginava un film con la sua colonna sonora, questa era la mia.

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...