Connect with us

Hi, what are you looking for?

Playlist

5 brani fondamentali per i NOT A SAD STORY

A distanza di alcuni anni dall’uscita del primo album Olga, il duo siciliano Not a Sad Story ha aperto un nuovo capitolo del proprio percorso artistico in questo 2021 grazie all’incontro con il produttore Roberto Cammarata (La Rappresentante di Lista, Cordepazze, Omosumo…).

Il primo frutto del raccolto di questa collaborazione è un trio di singoli, cominciato con Waterloo uscito a inizio anno, e che prosegue ora con il nuovo Rimane l’odore. Daniele e Filippo hanno scelto, a differenza di quanto fatto su Olga, di scrivere in italiano, e l’immediatezza della comprensione del testo nella nostra lingua rende tanto più vivida e penetrante la canzone: Rimane l’odore infatti è un pezzo che nasce dall’esperienza personale vissuta durante la malattia e la scomparsa di un padre. Le parole del brano alternano la raffigurazione di immagini crude (la morfina sul comodino, la vasca da bagno dove galleggiano i peli pubici) e pennellate di sentimento (la schiuma da barba “che mi ricorda il tuo odore”, la promessa di volare “vicino a te per regalarti la voce che ora c’è”), come un’evocazione di sentimenti e stati d’animo estremi e contrastanti successivi a un lutto e alla sua elaborazione. Rimane l’odore è un brano per ricordare, per combattere e fare pace, per rimarginare.

I Not a Sad Story ci raccontano cinque brani che li hanno ispirati nella scrittura di Rimane l’odore.

John Frusciante – Away and Anywhere

Un diamante grezzo, ma questo vale quasi per tutto l’album. L’utilizzo discreto delle drum machine e dei synth è sempre stato di grande ispirazione. (Fil)

Clark – Night Knuckles

Ci sarebbe tanto da dire su Christopher Stephen Clark! Già da Clarence Park la volontà di modellare mondi complessi era una ricetta consueta; Body Riddle è un punto di riferimento da anni per me. (Fil)

Sparklehorse – Gold Day

Credo sia il brano che più riesce a scuotere in me un turbinio di emozioni. Ascoltandolo ritorno a flashback della mia infanzia, vedo immagini legate a viaggi che non ho mai fatto, volti che non ho mai conosciuto, ma che mi fanno stare bene. It’s a Wonderful Life è un disco che amo e che mi regala uno stato di grazia; Gold Day è la colonna sonora della mia vita. (Dan)

Afterhours – Grande

Poche canzoni riescono a lasciarmi senza parole. Grande è una di queste. Non ho mai sentito urla capaci di cullarti e renderti partecipe di un sogno in questo modo. Un sogno che ti lascia sospeso, circondato di silenzio, non appena finito. È poesia, è dolore, è vita. (Dan)

Verdena – Il Gulliver

Non capita tutti i giorni di trovare una canzone di undici minuti in un disco italiano, figuriamoci piazzarla in una playlist, nel 2021. Eppure questa audacia, a nostro avviso, racchiude la forza e il carattere della band. Ascoltarla ci rende vivi e adrenalinici, ma allo stesso tempo incuriosisce e pone interrogativi di un certo tipo. È un brano molto importante per noi ed è legato ad un bellissimo periodo della nostra vita, ovvero quando ci siamo conosciuti! (NASS)

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...