Connect with us

Hi, what are you looking for?

Interviste

Intervista a IOSONOCOBALTO – Un nome, un colore, una ricerca

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Iosonocobalto, una ricerca di sè stessi, una ricerca, uno scavare in sè stessi al di là di scene, mode e correnti musicali. Un colore che descrive e identifica meglio di tante parole, ecco cosa ci ha raccontato la cantautrice torinese di cui vi consigliamo davvero di ascoltare il suo ultimo singolo dal titolo Insonnia, pubblicato a dicembre.

Partiamo dalle basi, da dove arriva il tuo nome?
Iosonocobalto è stato una ricerca. Volevo un nome che riprendesse le mie radici, che affondano nell’arte figurativa, nello specifico la pittura. Ho voluto identificarmi in un colore che parlasse di me, e il blu, per tanti motivi, mi descrive meglio di tante altre parole.

I tuoi sembrano dei brani molto intensi e personalissimi, e allo stesso tempo è facilissimo ritrovarcisi. Qual è il tuo segreto?
Cerco di trovare sempre un pezzetto di umanità in tutte le storie che scrivo. Credo che nel bene e nel male, le persone si trovino spesso ad affrontare situazioni molto simili tra loro, per quanto diverse per ognuno. Immagino sempre di vedere quello che scrivo da un punto di vista interno e uno esterno, immedesimandomi in una me diversa. Questo “uscire da me” mi aiuta molto a sentirmi vicina agli altri e credo che in qualche modo funzioni anche viceversa..!

Qual è la scena musicale in cui senti di ritrovarti? Ci sono altri artisti contemporanei che apprezzi e ascolti?
Se devo essere sincera, non ho ancora trovato la casellina giusta in cui posizionarmi! E forse mi sta bene così… Voglio pensare di poter fare musica in modo spontaneo e libero, senza dovermi obbligatoriamente identificare in un genere specifico. Sono abbastanza sicura di essere una cantautrice, in quanto canto e sono autrice dei mie brani, anche se formalmente appaiono diversi dai brani cantautoriali a cui facciamo riferimento in Italia.

In che modo Insonnia è un brano autobiografico? E in che modo è un cambio di percorso?
Beh, ho scritto Insonnia proprio in una delle mie tante notti insonni. L’insonnia ha iniziato a tenermi compagnia dopo gli anni del liceo e da allora, a più riprese, mi sta fedelmente accanto. Ho deciso di scriverne perchè sentivo di non poter fare altrimenti, l’insonnia è un sintomo, descrive una generazione di anime in bilico. Non so se sia un vero e proprio cambio di percorso, rispetto ad Epicentro, il mio primo Ep. Sicuramente Insonnia, insieme alle canzoni che verranno del nuovo disco, è stata scritta con una maggiore consapevolezza.

Quali sono le tue influenze musicali? Qualcosa che non ci aspetteremmo?
Negli anni ho ascoltato di tutto ed essendo sempre stata io una spugna, credo che nella mia musica potrebbe esserci qualsiasi cosa. Mentre io e Filippo Cornaglia lavoravamo alla produzione di Insonnia, mi sono accorta che alcune linee melodiche ricordavano “A kind of magic” dei Queen. In Notturno, il nuovo brano in uscita che è una “lullaby”, ci sono dei riferimenti alla Ninna Nanna di Brahms, la più ascoltata da tutti i bambini, che si sono appoggiati con tutta naturalezza sulle linee di ukulele che avevo scritto inizialmente, quindi magari erano già lì, nel cassetto dei ricordi che aspettava solo di essere aperto.
Insomma, costruendo i brani, scopro anch’io delle cose che non mi sarei aspettata!

Siamo nuovi di Torino, dove dovremmo assolutamente andare?
Per ascoltare musica? La risposta che mi darei è “Ovunque!”. Torino, dal punto di vista del fermento musicale, è una città viva. Dal locale serale grande o piccolo in cui poter ascoltare il progetto conosciuto o quello di nicchia, alle strade del centro la domenica pomeriggio piene di buskers, passando per qualche localino in Vanchiglia dove si organizzano serate di Jam Session…! Insomma, se si ha la curiosità di ascoltare, Torino è sicuramente una città che regala sorprese.

https://www.facebook.com/iosonocobalto/

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...