Connect with us

Hi, what are you looking for?

Interviste

Intervista a BLUMOSSO, cantautore sincero fuori dal mondo

di Thanks For Choosing

Lui è Blumosso, un inventore di canzoni che non segue le mode, parla di dettagli e ha di recente pubblicato un nuovo singolo dal titolo Considerazioni Sulla Vita, del quale abbiamo voluto parlare con lui in quest’intervista. Da scoprire se siete degli irriducibili malinconici, romantici senza speranze e amanti inconsapevoli dell’it-pop.

Di fatto Considerazioni sulla vita, è una carrellata di ricordi e c’è una malinconia estrema anche verso momenti che sembrano di per sé negativi. Sbaglio?
Non saprei se c’è malinconia estrema. Un po’ di nostalgia per i tempi andati sicuramente. Ma anche molta consapevolezza di quello che ho vissuto; degli sbagli (che poi tutti facciamo), e di come affrontare la vita in futuro alla luce di quello che ho fatto.

Descrivi il progetto di Blumosso a chi non ti conosce ancora e lo sta per fare con quest’intervista.
Sono un cantautore sincero che cerca di scrivere non seguendo le mode, ma secondo quello che ha dentro. Ne consegue che tutte le mie canzoni sono un po’ malinconiche e inquiete, come il mare quando è in tempesta, agitato, colore Blumosso

Qual è il tuo genere? Ci sono sottogeneri nel cosiddetto it-pop?
Secondo me il mio genere non è né l’indie né l’it-pop, io sono un cantautore, anche molto vecchia scuola se vogliamo, è quello a cui aspiro. Inoltre secondo me non esiste l’indie, o l’it-pop. È tutto pop. Solo che si è trovata una soluzione alla tanto agognata “Stigmatizzazione del pop”. Quando avevo 20 anni io si aveva quasi paura a dire “io faccio pop”, perché appunto si veniva catalogati come commerciali, come banali, come poco cazzuti. Ora questo problema non esiste più, perché tutti siamo INDIE, ma è sempre tutto pop.

Quali sono le tue influenze musicali? C’è qualcosa che non ci aspetteremmo?
Le mie influenze sono Battisti, Dalla, De André, Fossati, De Gregori, I Beatles. Quello che non vi aspettereste mai da uno come me però è sapere che sono molto influenzato anche da tutto ciò che crea Damon Albarn, e chi è attento, potrebbe anche un po’ notarlo.

Chi è Blumosso quando non suona?
Una persona che legge molto, che guarda serie tv nel tempo libero, che va in mountain bike generalmente dalle 13.30 alle 16.00 e che esce con gli amici quando non ha concerti da fare.

In che modo Considerazioni sulla vita rappresenta un cambio di percorso? Lo è?
Non è un cambio di percorso, anzi è un completamento di ciò che ho iniziato con “In un baule di personalità multiple” . Considerazioni è una canzone che ho scritto prima che venissero fuori tutti i brani del mio primo disco, quindi ha un bel po’ di anni. Per tanti motivi ho deciso di tenerla fuori dall’album fino a che non ce l’ho fatta più e ho voluto pubblicarla. Sono abbastanza impulsivo io.

Esiste una scena musicale in Puglia? Chi ne fa parte?
Certo che esiste ed è anche florida. Ci sono molti musicisti validi e cantautori che hanno da dire. Se mi chiedi dei nomi te ne faccio qualcuno secondo me degno di nota: La municipal su tutti, poi vengono i Respiro, La chiururgia etica, Malamore, Tuma, Ties, e LeFrasiIncompiuteDiElena.

Chi altri fa parte della tua band e com’è un vostro concerto ideale?
Ne fanno parte Bemolle (tastiere), RafQu (Chitarre), Roberto Fedele (batteria). Io durante i miei concerti mi devo divertire e mi piace coinvolgere la gente. Il mio concerto ideale è una festa di parole, sorrisi, qualche nostalgia latente data dalle frasi delle mie canzoni e molto rumore.

Che fine ha fatto Silvia?
Quando ho letto questa domanda ho fatto uno screen shot e gliel’ho inviato; ha sorriso.

https://www.facebook.com/blumosso/

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...