Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Dischi

DAUGHTER: esce il 7 aprile il terzo album “Stereo Mind Game”, guarda il video di “Be On Your Way”

Stereo Mind Game esce dopo sette anni dal debutto “If You Leave” e segna un nuovo capitolo per i Daughter. Il loro terzo album, in uscita il 7 aprile su 4AD, segue “Not to Disappear” (2016) e la colonna sonora “Music from Before the Storm” (2017). Dopo aver passato un decennio a descrivere le emozioni più oscure, il trio composto da Elena Tonra, Igor Haefeli e Remi Aguilella, presenta il suo disco più ottimista.

Be On Your Way“, il nuovo singolo pubblicato oggi, è accompagnato da un video di Tiff Pritchett. Il brano è una canzone struggente ma forte, che parla di un legame duraturo ma anche indefinibile. La figura romantica a cui Tonra si rivolge nella canzone è una persona incontrata in California durante la stesura del disco. Hanno condiviso un legame significativo, pur sapendo che l’Atlantico li separava. Il video di “Be on Your Way” evoca una serie di ricordi, sovrapponendo immagini di Tonra a immagini di bei momenti di passaggio come il volo di un uccello, un campo fiorito. ‘Be On Your Way’ non è la perdita di speranza, ma la fiducia e accettazione del tempo che passa.  

Connessione e disconnessione permeano i dodici brani di “Stereo Mind Game” in senso letterale e figurato. Negli anni trascorsi da “Music from Before the Storm”(2017) e dalla sua nomination al premio Ivor Novello, la band si è allontanata da Londra – Aguilella si è trasferito a Portland (Oregon), Haefeli a Bristol (Inghilterra) – dedicando tempo ai propri progetti (tra cui l’album di debutto solista di Tonra sotto il moniker Ex:Re nel 2018). Tuttavia, nonostante la distanza fisica ulteriormente aggravata dalla pandemia, i Daughter hanno continuato a incontrarsi e a comporre insieme. “Stereo Mind Game, prodotto da Haefeli e Tonra, è stato scritto e registrato in varie località tra cui Devon, Bristol e Londra in Inghilterra, San Diego in California e Vancouver, nello stato di Washington.

Per la prima volta Tonra non è l’unica voce del disco, in “Future Lover” e “Swim Back” compare quella di Haefeli e in “Neptune” un coro. Note vocali di amici e familiari compaiono in “Wish I Could Cross The Sea” e “Missed Calls”. L’orchestra d’archi londinese 12 Ensemble è presente in tutto l’album, con l’orchestrazione a cura di Josephine Stephenson, e un quartetto di ottoni scalda “Neptune” e “To Rage“. 

Mentre il lavoro precedente dei Daughter trovava forza nell’onestà emotiva, “Stereo Mind Game” accoglie sentimenti opposti. “Si tratta di non avere un pansiero assoluto” dice Haefeli.

Daughter. Da sinistra: Igor Haefeli, Elena Tonra, Remi Aguilella. 
Photo Credit: Marika Kochiashvili

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Festival

Dopo gli annunci dei concerti italiani delle icone GRACE JONES e ANGEL OLSEN, TODAYS accende una nuova scintilla annunciando il ritorno sulle scene per...

Reportage Live

Articolo di Flavia Fernandez Bertelli | Foto di Matteo Scalet A tre anni di distanza dall’uscita del loro album di debutto, “If You Leave”,...

Festival

Di ritorno dalle ferie non si vorrebbe altro che poter rimandare la fine dell’estate di qualche altro giorno. Unaltrofestival 2016, che si terrà il...

Musica

Forte del successo delle precedenti edizioni, che hanno visto passare, negli anni, artisti di fama nazionale ed internazionale come St. Vincent, Belle&Sebastian, Anna Calvi,...