Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

HOLA LA POYANA: Recensione di A Long Cold Summer

di Stefania Clerici

Da poco uscito con l’interessante progetto di Hola la Poyana, Raffaele Badas è cantante solista, ma anche chitarrista e bassista dell’EP A long cold summer, cinque tracce sonore che vedono partecipare musicisti provenienti da band com Rigolò, Lilies on mars, Was, Diverting duo (ora Memory of Sho) e Don Leone.

Una lunga fredda estate, andando per metafore simile a quella che tutti abbiamo trascorso in questi mesi di incertezze e contraddizioni, che ben rappresentano l’EP: un sound ricco di elementi sonori, che mescolano l’acustica del moderno indie-folk a sonorità elettroniche low-fi, per raccontare, tra ironia e sfumature malinconiche, la condizione di chi si sente strano e diverso in molti aspetti.

L’apetura viene regalata da un intercedere lento del brano country Your past doesn’t mean a thing, in cui la voce calda di Badas si mischia con percussioni e un benjo alla spaghetti western che rimanda ad un universo sospeso e sognante. Si passa poi al blues incalzante di Like a modern Jesus Christ in cui percussioni e chitarra dialogano in un crescendo musicale sempre più onirico. Arriva poi l’elettronica e metallica Grab those monsters and kill’em all, in cui synth e basso portano l’ascoltatore in un cortocircuito sonoro fatto di binarietà quasi fastidiosa.

L’atmosfera torna alla “normalità” nella ballad Being the odd one out in cui il basso di Marina Cristofalo dialoga con la voce di Badas. La chiusa torna nuovamente sui toni del country sul pezzo Before you leave, eseguito insieme ai Rigolò, in un crescendo molto psychedelico, tra sax, percussioni e cori sussurrati.

Un bell’esperimento di sonorità da ascoltare qui alla scoperta di nuovi mondi e connubi musicali con un twist d’oltreoceano.

Per scoprire di più su Hola la Poyana segui: https://www.facebook.com/HolalaPoyana/

Written By

Milanese, classe 1983, sono appassionata di musica, cinema e cultura pop. Adoro viaggiare, mangiare, dormire, viaggiare, ballare, sorridere e fare l'amore. Oltre a scrivere di musica su Rockon sono digital producer per il tuo canale tv preferito. Amo il rock in tutte le sue forme, i gatti, fotografare il cibo che mangio (e lo faccio da anni, non per moda social) e perdermi per le vie delle città che non conosco. Bulimica di serie tv, collezionatrice di vestiti, scarpe, borse e tutto ciò che può entrare in una grossa cabina armadio puoi chiedermi di tutto e ti darò la risposta che cerchi (altro che Google e il libro delle risposte!), basta non domandarmi: “qual è il tuo artista preferito?”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Network

facebook logo
instagram logo
twitter logo
flickr logo
youtube logo

Prossimi Concerti

Pistoia blues 2022

Instagram

Scopri anche...

Interviste

di Stefania Clerici Non solo un colore, Telemagenta è il nome del gruppo che vogliamo presentarvi oggi: dopo l’esordio di Bucaneve è uscito da poco...

Interviste

di Stefania Clerici Marta Tenaglia è una cantautrice milanese che esordisce oggi con il suo primo singolo Bonsai, pubblicato da Costello’s Records, distribuito da...

Dischi

di Stefania Clerici Uscito lo scorso 28 luglio per Costello’s Records e distribuito da The Orchard, “Mamma ho perso lo stereo” è l’ultimo singolo...

Reportage Live

In una Milano che si sta ripopolando, la stagione musicale dell’Idroscalo, bruscamente interrotta se non adirittura non propriamente iniziata in questo strambo 2020 causa...