Connect with us

Hi, what are you looking for?

Indie Rock

DEERHUNTER – Microcastle

DEERHUNTER - Microcastle

Bradford Cox e i suoi dischi, doppi, generosi, sbilenchi. Bradford Cox è l’ennesima icona dell’era moderna, lo stacanovista inflessibile che starnutisce dinanzi alla passività, che annichilisce la noia, che ritaglia, qua e là, momenti di gloria, momenti di puro indie-rock statunitense. Lui, l’ossuto tutto fare, l’ossuto dal caschetto quasi dorato, è la mente propulsiva dei Deerhunter, la mente arcigna che poi si sdoppia velocemente nell’altro progetto, quello parallelo, quello (auto)celebrativo degli Atlas.

“Microcastle” è il terzo capitolo dei Deerhunter, il terzo episodio che brucia le malinconiche aspettative di chi paventava una morbosa fotocopia del precedente, peraltro ottimo, “Cryptograms”. “Microcastle”, dodici brani, quaranta minuti. Tutto cambia, o quasi. La rivelazione del pop americano che sfiora i migliori passi della new-wave e che sfocia nella languida psichedelia (shoegaze?) tanto cara ai Deerhunter del 2007. I momenti magici: dalla banalissima “Agoraphobia” a “Never Stops”, dalla title-track (con la dilatazione finale improvvisa) a “Nothing Ever Happened” (con gli eighties in regia), fino ad arrivare a “Twilight At Carbon Lake” con tanto di coda psichedelica. Poi i soliti riempitivi, lenti ed inutili, nella fila, fortunatamente breve, che parte da “Calvary Scars” e termina con “Activa” (voce flebile e qualche rumorino alla cazzo di cane).

“Microcastle”, il cambiamento c’è stato. I Deerhunter evolvono verso il pop, verso i litorali melodici, verso le spiagge più popolate, verso le combinazioni più facili. Un ottimo album corroso da quei piccoli momenti di allucinante debolezza artistica. “Microcastle” è corredato di un bonus disc, “Weird Era Continued”, di tredici tracce inedite, piuttosto “caserecce” e qualitativamente mediocri (eccetto i dieci minuti deliranti della conclusiva “Calvary Scars II/Aux Out”).

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Network

instagram logo
facebook logo
twitter logo
flickr logo
youtube logo

Instagram

Edda
9 Dic 22
Madonna dell’Albero
Heilung
9 Dic 22
Milano
Nada Surf
9 Dic 22
Milano
Nothing, Nowhere
9 Dic 22
Novegro-Tregarezzo
Alborosie
10 Dic 22
Bologna

Scopri anche...

Reportage Live

Articolo di Stefania Clerici e Oriana Spadaro | Foto di Oriana Spadaro Caldo, rientro dalle vacanze, malinconia: edulcorarla con della buona musica e sere...

Festival

AMA Music Festival, grazie alla collaborazione con Only The Brave Foundation e Sea Shepherd Italia, e’ felice di annunciare le prime band che andranno...

Reportage Live

“E’ bello rivedervi, saranno passati 10 anni ma siamo ancora qui, ed anche meglio vestiti“. Saluta così il numeroso pubblico milanese Brandford Cox, chitarra...

Festival

Dopo gli annunci degli unici concerti italiani di Hozier, Jarvis Cocker (ex Pulp), the Cinematic Orchestra, Nils Frahm e Spiritualized a Torino dal 23...