Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Reportage Live

Reportage Live: NEGRITA Unplugged 2013 – Teatro Galleria di Legnano


Foto e Articolo di Stefania Clerici

Sono partiti da Cagli (PU) lo scorso 14 febbraio e stanno girando l’Italia dei teatri, con tappe da nord a sud. Dopo gli spettacoli, tra le altre, nelle città di Padova, La Spezia, Cesena, Torino, Bologna, concluderanno questo tour acustico il prossimo 7 aprile, agli Arcimboldi di Milano (già sold out da settimane). Anche stasera registrano il tutto esaurito a Legnano, al Teatro Galleria, e infatti sono “costretta” ad ascoltarli dal mixer a fondo sala, ma non mi preoccupo molto di non avere la mia scomoda poltroncina in finta pelle, sicura di non riuscire a resistere a stare seduta per molto.

Dopo aver partecipato a tre delle rockeggianti date del Dannato Vivere tour 2012, in cui ho saltato tra prati e palasport sui toni alti di Pau, Mac e Drigo, ora ho davanti a me il tendone di un sipario tirato, indosso la gonna e tacco 12, intorno non la folla dei 10.000 di Assago, ma “solo” 1300 anime (che per un teatro sono tante, ma i Negrita sono abituati a viaggiare su altri numeri).  Birretta e piada hanno abbandonato il campo, non si mangia né si beve a teatro (ed è il caso di ricordarlo, eccezion fatta per gli artisti, che possono permettersi un gin lemon sul palco).

Alle ore 21.15 si comincia: seduti su tre scomodi sgabelli (contrappasso emulativo per il loro pubblico, obbligato a rimanere seduto, pena security intimidatoria che costringe alla poltrona?) ecco i Negrita, a cui per l’occasione si sono aggiunti Cristiano “Cris” della Pellegrina (percussioni, batteria, basso) e Guglielmo Ridolfo Gagliano “Ghando” (pianoforte, tastiere, violoncello e basso).

Un’apertura con “Bonanza” (Negrita, 1994) a cui segue un altro datato pezzo “Vai, ragazzo vai” e “L’uomo sogna di volare”. Inizio un po’ in sordina (è il caso di dirlo, Pau che esclama: “Mai sentiti applausi così corti!”) ma effettivamente quello che sentiamo è un semi-acustico, ancora un po’ troppo “contaminato” per il nostro orecchio… dov’è l’unplugged? Ecco che con “Cambio” arriva la risposta: lo spettacolo prende la piega diversa, viene abbandonata l’elettronica ed ecco emergere voci, melodia, pause e silenzi.

Un restyling ah hoc anche per altri pezzi, come “Brucerò per te” (- bpm + magia!), “Luna” – mai suonata live se non durante il tour dell’album Radio Zombie nel 2001 – e le ballad “Hollywood” e “Lontani dal mondo” (a dir la verità qui sentiamo – e vediamo – tornare l’elettrica sul palco). A metà concerto Pau esce per lasciare spazio al Drigo che ci delizia con la sua “Tutto Bene”, in completo acustico di chitarra. È poi la volta dei grandi successi, anche loro lustri di riarrangiamento: “In ogni atomo”, “Il libro in una mano, la bomba nell’altra” (in versione reggae), “Radio Conga”, su cui viene sdoganata la corsa sotto palco, pubblico in piedi (alcuni anche sulle poltroncine!), Pau e Drigo abbandonano i loro sgabellini, e così scivoliamo nel primo gran finale con “Un giorno di ordinaria magia” e “Rotolando verso sud”.

Tutti fuori e tutti dentro per l’encore, che ricomincia con la grande ballad “Ho imparato a sognare”, lo “Splendido” di Drigo, il “Dannato vivere” e la “Gioia infinita”, con cui a sorpresa non chiudono il concerto, ma lasciano spazio ancora per un’ultima “Mama Maè”, anche lei tutta in acustico per l’occasione, ma sempre bella!

Chiusura di sipario poco dopo le 23, con 24 pezzi suonati, 2 invasioni di campo, 1380 spettatori e la certezza di aver portato a casa un altro grande successo con il pubblico legnanese. L’Unplugged Tour 2013 continua a Verona (25 marzo, già sold out), Genova (26 marzo), Alba (28 marzo, sold out), Trieste (29 marzo), Reggio Calabria (31 marzo) e ad aprile nelle città di Palermo, Catania, Matera, Sanremo e Milano (7 aprile, sold out).

Scaletta NEGRITA 23-3-2013
Bonanza
Vai, ragazzo vai
L’uomo sogna di volare
Bum bum bum
Cambio
Hemingway
Brucerò per te
Luna
Hollywood
Lontani dal mondo
Che rumore fa la felicità?
Tutto bene (Drigo)
In ogni atomo
Destinati a perdersi
Il libro in una mano, la bomba nell’altra
Radio Conga
Sale
Un giorno di ordinaria magia
Rotolando verso sud

(Encore)
Ho imparato a sognare
Splendido (Drigo)
Dannato vivere
Gioia infinita
Mama Maè

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Concerti

Dopo un tour trionfale nei club italiani, i NEGRITA, icone del rock italiano, sono pronti a scuotere il Forum di Assago con una spettacolare...

Reportage Live

Articolo di Costanza Garavelli | Foto di Matteo Scalet Il fermento dell’attesa di quelli che sono più di 30 anni di storia della musica...

Reportage Live

Foto di Luca Moschini Nella data di Venaria Reale i Negrita sono tornati con l’energia esplosiva a cui hanno abituato il proprio pubblico negli anni...

Reportage Live

Articolo di Stefania Clerici (24 ottobre) | Foto di Claudia Mazza (25 ottobre) Dicono che stare bene nel cambiamento sia la chiave di tutto...