Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Reportage Live

Gli AC/DC all’RCF ARENA: un regalo ai fan

Il Report del concerto degli AC/DC all’RCF Arena di Reggio Emilia, un sold out che profuma già di storia del rock.

Photo by Christie Goodwin tratta dal sito acdc.com

Articolo di Giulio Taminelli

Un regalo ai fan. Un concetto semplice ma estremamente efficace per descrivere ciò che è stato il concerto dello scorso 25 maggio alla RCF Arena di Reggio Emilia. Un dono ai 100.000 spettatori paganti che hanno fatto registrare un sold out che suona come una celebrazione ad una delle band più importanti della storia del rock. E poi, diciamocelo chiaramente, non vedevamo l’ora di vedere il ritorno di Brian Johnson al microfono, Axl Rose c’entrava davvero poco con il gruppo. Citando un commento di un gruppo di ragazzi incontrati in red zone a poche ore dall’inizio del concerto: «Se devo sentire cantare un vecchio che fa fatica a prendere le note alte, almeno deve essere il vecchio giusto». Una frase forse non lusinghiera per i due cantanti, ma sicuramente esplicativa di quale fosse l’umore dei fan.

The Pretty Reckless

Il compito di scaldare la folla dell’RCF Arena è spettato ai The Pretty Reckless, combo attivo dal 2009 che vede come leader la cantante, attrice e modella Taylor Momsen. Nove pezzi per loro in poco più di mezz’ora di concerto in cui Momsen ha dimostrato di saper gestire palchi di alto livello senza abbassare mai il ritmo o dimostrare incertezze. Giusto per fugare subito il classico dubbio: sì, Taylor Momsen è una ragazza bellissima e usa a proprio vantaggio questo aspetto. Il concerto è uno spettacolo sonoro e visuale, per cui ognuno nella propria esibizione artistica usa ciò che ha a disposizione. Lo preciso perché questa è solo UNA delle frecce nell’arco della cantante, in grado di gestire perfettamente un palco mastodontico come quello dell’RCF dimostrando grandi qualità canore e rispetto per i fan. Non sono un amante della musica dei The Pretty Reckless, ma l’esibizione mi ha divertito parecchio. Unica pecca: da una band così moderna, perché questo combo si è sempre distinto per un approccio molto attento alla contemporaneità anche se ha alle spalle quindici anni di vita, mi piacerebbe vedere un’interazione maggiore degli altri elementi della band.

The Pretty Reckless in concerto a di Milano 2022 | foto di Andrea Ripamonti

Gli AC/DC

Veniamo quindi all’evento principale: il concerto degli AC/DC, e che gli dei del rock mi siano testimoni quando dico che odio il fatto di non avere un tasto con lo slash saetta sulla tastiera. Buio sul palco, il video in computer grafica di un’auto riportante il logo della band che sfreccia verso Reggio Emilia, un boato proveniente dalla folla e la band è sul palco.
«If You Want Blood (You’ve Got It)». Questa la canzone scelta dalla band per aprire i concerti del Power Up Tour 2024, una dichiarazione di intenti più che una semplice canzone.
Brian Johnson ha quasi settantasette anni, Angus Young ne ha sessantanove, gli acuti non escono e a volte i giri di chitarra più veloci denotano qualche incertezza però LORO CI SONO, a testa alta e rognosi come sempre! Due ore di concerto senza pause se non per bere. Angus che fa scoppiare Campovolo con il suo duck walk e coprendo decine di volte l’intera lunghezza del palco (spero avesse con sé un contapassi perché darei un braccio per sapere quanti chilometri si è fatto durante l’esibizione).
Alle spalle della coppia storica Johnson – Young, la sezione ritmica è stata gestita da Stevie Young alla chitarra (nipote di Angus e dello scomparso Malcolm Young) Matt Laug alla batteria e Chris Chaney al basso.

La scaletta degli AC/DC

Gli AC/DC per questo concerto scelgono di portare sul palco ventuno brani, tre in meno rispetto alle tappe tedesche del tour, che toccano undici dei diciassette album totali della formazione dagli esordi a oggi. Interessante la scelta di mettere pezzi come Back in Black e Thunderstruck tra le prime sei tracce, probabilmente perché considerate più ostiche da eseguire e quindi bisognose di maggiori energie da parte della band, oppure semplicemente per tenere alto sin da subito il ritmo dell’intera esibizione.
Dalle sopracitate Back in Black e Thunderstruck a T.N.T., passando per Stiff Upper Lip, Shoot to Thrill, Dirty Deeds Done Dirt Cheap, You Shook Me All Night Long e scelga il lettore altre canzoni meritevoli di essere inserite in questa lista, il combo riesce nell’impresa titanica di portare un campione rappresentativo di una carriera costellata di successi e masterpiece senza tempo, tenendo il ritmo sempre altissimo.

Considerazioni

Una cosa che ho scoperto durante questo concerto è che gli AC/DC sono ballabili! Per tutta l’arena c’era gente che ballava e si scatenava a tempo. Non semplici saltelli o movimenti di testa, ma proprio ancheggiamenti e passi. Cosa comprensibile, dato il ritmo incalzante che ha reso celebre nel mondo questa band, ma per me è stata una novità vivere questo tipo d’esperienza “danzante” e mi sembrava giusto riportarla.
Nel voler cercare un dettaglio dal sapore dolce amaro, c’è la consapevolezza che questa probabilmente sarà l’ultima volta degli AC/DC nel Belpaese. Gli anni avanzano e questo dettaglio ha pesato su alcuni punti dell’esibizione. L’attacco di Thunderstruck per Young non è stato esattamente dei più felici, e Back in Black è ormai lontana dalle possibilità canore di Johnson, al punto che durante un tentativo di acuto ho temuto di sentire lo schiocco di una corda vocale che cedeva sotto la pressione dell’aria modulata dai polmoni.
Sono stato però felice di vedere il pubblico amare la band al punto da comprendere questo problema e sostenere con il canto e l’intonazione degli assoli i due musicisti, a riprova di quanto i fan amino il gruppo e, in questa occasione, fossero semplicemente felici di vedere i propri beniamini di nuovo insieme sul palco. Non avete idea di quanto sia stato bello vedere negli occhi dei presenti la meraviglia di fronte allo spettacolo di fuochi artificiali in chiusura di concerto. Un momento semplicemente impagabile.

La reale conta del pubblico

Voglio concludere il pezzo con una considerazione. Fino ad oggi la carta stampata e i media hanno riportato «100.000» come numero degli spettatori, basandosi sul numero di biglietti venduti. Questo fine articolo lo dedico alle MIGLIAIA di persone che hanno passato il concerto fuori dall’arena, senza la possibilità di vedere l’esibizione ma cercando comunque di carpire qualche nota della propria band preferita. Fuori da Campovolo c’erano famiglie con bambini (probabilmente gente del posto), ragazzi con la maglia degli AC/DC e anche le forze dell’ordine, che a fine concerto hanno dovuto gestire l’esodo di una folla oceanica, felici di poter sentire della buona musica. Magari non sono riusciti ad entrare per sfortuna, per motivi di lavoro o per l’impossibilità di trovare un biglietto, ma anche loro erano lì quella sera, e un piccolo pezzo di questa esperienza sarà con loro per sempre.

AC/DC – La Scaletta del concerto all’RCF Arena di Reggio Emilia

If You Want Blood (You’ve Got It)
Back in Black
Demon Fire
Shot Down in Flames
Thunderstruck
Have a Drink on Me
Hells Bells
Shot in the Dark
Stiff Upper Lip
Shoot to Thrill
Sin City
Rock ‘n’ Roll Train
Dirty Deeds Done Dirt Cheap
High Voltage
Riff Raff
You Shook Me All Night Long
Highway to Hell
Whole Lotta Rosie
Let There Be Rock

Encore:
T.N.T.
For Those About to Rock (We Salute You)

THE PRETTY RECKLESS – La Scaletta del concerto all’RCF Arena di Reggio Emilia

Death by Rock and Roll
Since You’re Gone
Follow Me Down
Loud Love
Witches Burn
Make Me Wanna Die
Going to Hell
Heaven Knows
Take Me Down

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Concerti

L’attesa è finita! L’unica tappa italiana dei leggendari AC/DC, esaurita in poche ore con 100,000 biglietti venduti, avrà luogo sabato 25 maggio 2024 alla...

Concerti

Il tour dei leggendari AC/DC, compreso il concerto previsto sabato 25 maggio 2024 alla RCF Arena di Reggio Emilia ed esaurito in poche ore con 100,000 biglietti venduti, avrà...

Musica

Gli AC/DC celebrano 50 anni di carriera! I festeggiamenti cominciano il 15 marzo con l’uscita dei primi 9 leggendari dischi della band ristampati in...

Concerti

L’unica tappa italiana della leggendaria band AC/DC , prevista per sabato 25 maggio 2024 alla RCF Arena di Reggio Emilia, è da questo momento ufficialmente sold out!...