Connect with us

Hi, what are you looking for?

Concerti

Mahmood, Dimartino, Radiodervish e Massimo Zamboni in concerto a Parma per il 25 aprile

Ricordare, festeggiare, commemorare. In attesa di diventare Capitale Italiana della Cultura 2020Parma si prepara al 73° anniversario della Liberazione italiana con un ricco calendario di appuntamenti che anche quest’anno culminerà il 25 aprile con un concerto-evento organizzato dal Comune in collaborazione con il Barezzi Festival.

A salire sul tradizionale palco di piazza Garibaldi saranno diversi nomi di spicco del panorama nazionale: dal neo vincitore di Sanremo Mahmood che ha scelto Parma come data zero del suo tour “Gioventù Bruciata” a Dimartino che con il suo album “Afrodite” ha riscosso successo di pubblico e critica, e al ritorno dei Radiodervish che per l’occasione eseguiranno live in anteprima nazionale il loro nuovo brano “Giorni senza memoria” con Massimo Zamboni special guest alla chitarra.

Un concerto a ingresso gratuito sostenuto dal Comune di Parma, la Regione Emilia-Romagna e con il contributo del Barezzi Festival ormai realtà di riferimento del territorio.

Rompere e superare ogni barriera grazie alla musica: fare sì che la cultura sia l’unica arma di lotta per la libertà e il riconoscimento dei diritti di tutti. Per una notte Parma sarà protagonista non solo di un concerto di altissimo livello e di forte impatto popolare, ma diventerà al tempo stesso portavoce di un grande passato, testimone di un presente sempre più incerto e impegnativo e baluardo di un futuro resistente e impegnato.

Il 25 Aprile è anche un appuntamento serale molto atteso, di festa e aggregazione, che nel corso del tempo ha saputo caratterizzarsi per eventi di grande qualità musicale. E crediamo che il cartellone 2019 confermi questa tendenza. Non si poteva chiedere di meglio, esordiamo alla grande con la prima data del tour di Mahmood. Coniughiamo livello artistico alto e presa popolare senza dimenticare il valore storico di questa Festa, ha detto l’assessore alla Cultura di Parma, Michele Guerra.

E’ il primo anno che siamo coinvolti come Barezzi Festival ed è per noi questo motivo di orgoglio oltre che un onore- afferma Giovanni Sparano del Barezzi Festival- “ siamo parte di una festa molto sentita in una città come Parma, medaglia d’oro al valore militare per la Resistenza,  in cui c’è grande coinvolgimento di pubblico da mattina a sera con diversi eventi in programma. La chiamata dell’assessore per collaborare all’evento è stato un bel riconoscimento perchè per Parma è uno dei momenti culturali più alti della città: in linea con il Barezzi ho voluto dare un taglio culturale che fosse trasversale: l’unione di quello che proponiamo noi, cioè l’innovazione e la valorizzazione dei giovani talenti e con la ricerca musicale.

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Concerti

A grande richiesta, dopo il sold out in sole sei ore del concerto al Teatro Antico di Taormina del prossimo 28 agosto, si aggiungono...

Dischi

Esce venerdì 19 marzo “I Mortali²” (42 Records/Numero Uno), una nuova edizione, al quadrato, del primo album scritto interamente a quattro mani da Colapesce e Dimartino. Compra il disco in versione CD...

Musica

Se quello del 2020 è stato ricordato come uno degli ultimi bei momenti di unità nazional-popolare, prima che lo diventassero i canti dai balconi...

Festival

Sono aperte da oggi le vendite dei biglietti per HEROES, il primo concerto nato e pensato per lo streaming in programma domenica 6 settembre...