Connect with us

Hi, what are you looking for?

Festival

Dal 4 al 12 Maggio la 17° edizione di VICENZA JAZZ

VICENZA JAZZ
17° Edizione
4 – 12 maggio 2012
“Alla Fiera dell’Est: sulle rotte di Marco Polo e Thelonious Monk”

Sarà dedicata soprattutto all’estremo oriente la diciassettesima edizione del festival New Conversations – Vicenza Jazz, che si terrà dal 4 al 12 maggio. Saranno quindi musicisti provenienti dall’India, il Giappone e il sud est asiatico a rendere davvero unico il programma ideato dal direttore artistico Riccardo Brazzale e intitolato “Alla Fiera dell’Est: sulle rotte di Marco Polo e Thelonious Monk”: un omaggio alle perlustrazioni sia geografiche che musicali attraverso le figure di due grandi esploratori.

Festival tra i più rinomati a livello internazionale, Vicenza Jazz 2012 sarà un contenitore per molteplici ascolti jazzistici: dalle esoteriche proposte estremo orientali alle grandi firme del jazz afro-americano, dalle piccole formazioni cameristiche alle magniloquenti produzioni orchestrali di grande respiro, dagli artisti per ‘intenditori’ ai gruppi dal vasto seguito popolare. Tutta la città di Vicenza sarà amichevolmente invasa dalle improvvisazioni afro-orientali: dai teatri (con l’immancabile e monumentale cornice del palladiano Teatro Olimpico, oltre al Teatro Comunale) ai palazzi storici, dalle chiese alle piazze e le vie del centro, dai numerosi locali notturni al Conservatorio “Pedrollo”.

Trilok Gurtu

Trilok Gurtu (foto di Jos Knaepen)

Il primo fine settimana del festival offrirà un raro concentrato di ascolti dall’estremo oriente, con proposte di grande prestigio oltre che di notevole sforzo produttivo: in teatro si potranno seguire i concerti dell’indiano Trilok Gurtu e del trio multietnico di Ernst Reijseger (il 4 maggio), il Saiyuki Trio del vietnamita Nguyên Lê e la band dell’indo-americano Rudresh Mahanthappa (il 6). Ad alto impatto spettacolare si preannunciano le parate in costume della Jaipur Kawa Brass Band proveniente dal Rajasthan (il 5 e il 6).

In un festival dalla lunga tradizione come Vicenza Jazz non possono mancare proposte di spessore storico, oltre a sfide di grande impegno e originalità produttiva. Tra gli appuntamenti principali del cartellone figurano due progetti con orchestra che ruotano attorno a solisti di grande fama: il pianista statunitense Uri Caine eseguirà la sua personale ed esuberante riscrittura delle pianistiche 33 Diabelli Variations di Beethoven assieme all’Orchestra del Teatro Olimpico diretta da Carlo Tenan (l’8 maggio), mentre l’11 il trombettista Fabrizio Bosso unirà il proprio quartetto jazz all’ampio organico classico dell’Orchestra del Teatro Olimpico diretta da Stefano Fonzi nel progetto più ambizioso della sua brillante carriera: un omaggio jazz sinfonico alle musiche di Nino Rota, già testato addirittura con la London Symphony Orchestra.

La bandiera della grande storia del jazz afro-americano sarà portata dal contrabbassista per eccellenza: Ron Carter (in trio, il 9), oltre che dai pianisti Kenny Barron e Mulgrew Miller, impegnati assieme a Dado Moroni in un trittico di pianoforti in omaggio a Thelonious Monk (il 12, in una serata che vedrà sul palco anche il sestetto del pianista Franco D’Andrea, anch’esso sulle note di Monk).

Tra i big del festival figurano anche Paolo Fresu, Roswell Rudd, Danilo Rea, martux_m e il noto giornalista e organizzatore musicale Filippo Bianchi, riuniti in un insolito quintetto multisensoriale (il 7). Le voci di Sarah-Jane Morris e Cristina Donà daranno invece un notevole appeal al concerto della trombonista Annie Whitehead, un tributo alle musiche del rocker Robert Wyatt (il 10).

Di tutt’altro approccio l’appuntamento con Elio e le Storie Tese, protagonisti del grande evento a ingresso gratuito che come ogni anno si terrà in Piazza dei Signori, il 5 maggio: per accontentare tutti, anche chi guarda il jazz un po’ meno da vicino.

Il cartellone di Vicenza Jazz 2012 si arricchirà di numerosi altri nomi di spicco grazie ai concerti ospitati tutte le sere nella Basilica Palladiana all’interno del Panic Jazz Café Trivellato, curato da Luca Berton del Panic Jazz Club di Marostica, che quest’anno sbarca su Piazza dei Signori negli spazi sotto le logge, di fronte al Bar Borsa. I nomi annunciati non lasciano dubbi sulla forza jazzistica (e non solo) di queste notti vicentine: Antonio Sanchez, Dominic Miller, Curtis Fuller, Miguel Zenón, Oliver Lake & Orrin Evans, Tingvall Trio, i Moriarty, Marco Tamburini, Michele Polga & Fabrizio Bosso, Giovanni Guidi e molti altri musicisti italiani e non, oltre a tanti giovani, promettenti allievi dei corsi di jazz del Conservatorio Pedrollo che animeranno le jam session sia in orario spritz che nel dopofestival. Con una serie di epiloghi live, il Panic Jazz Café Trivellato proseguirà la sua programmazione sino al 15 maggio.

Attorno ai concerti di Vicenza Jazz si svilupperanno poi numerose altre iniziative correlate ai suoi temi musicali: incontri con poeti, seminari e masterclass con artisti, mostre ed esposizioni fotografiche.

venerdi 4 maggio
Teatro Olimpico, ore 21
Ernst Reijseger Trio
Trilok Gurtu Band

Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 Gallucci-Tondo-Fongaro-Cogo Quartet
ore 22:30 Marco Tamburini Trio
The Jazz Travellers

sabato 5 maggio
Galla Cafè, ore 17
Stefano Zenni presenta il suo libro “Storia del Jazz. Una prospettiva globale”

Strade del centro storico, ore 17
Jaipur Kawa Brass Band

Cortile di Palazzo Trissino, ore 18
Modoko
Jelly Rolls Band

Centro Diurno “Proti”, ore 18
Logos Piano Quartet
“Ispirazioni Mahleriane”
dir. Annalisa Petrella

Palazzo Cordellina, ore 19
Thelorchestra, dir. Ettore Martin
Inaugurazione di Round About Monk
Mostra-ritratto di un genio del nostro tempo, con i quadri di Mariella Scandola. A cura dell’Associazione Thelonious di Vicenza

Piazza dei Signori, ore 21
Elio e le Storie Tese

Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 19:30 Clemente-Fongaro-Bonucci Trio
ore 23 Eyot Jazz Quartet

domenica 6 maggio
Chiesa Aracoeli (piazza Aracoeli), ore 11
Coro e Orchestra di Vicenza “Jazz Mass”
dir. Giuliano Fracass

Forum Center, 15:30
“Bilancio sociale del jazz in Italia”
convegno a cura dell’associazione I-Jazz

da Piazza Matteotti, ore 16
Jaipur Kawa Brass Band

da Piazza Castello, ore 16
Magicaboola

Cortile di Palazzo Trissino, ore 17:30
Abbey Town Orchestra

Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana, ore 17:30
Eyot Jazz Quartet
Dejan Ilijic (pianoforte), Sladjan Milenovic (chitarra), Marko Stojiljkovic (basso el.), Milos Vojvodic (batteria)

Viart, ore 18
Dire poesia: la poetessa Natalia Molebatsi
incontra la fotografia di Pino Ninfa In Sudafrica: Round About Township.
Con Simone Serafini (basso)

da Piazza Matteotti, ore 19
Magicaboola

Teatro Comunale, ore 21
Una Serata a Oriente del Jazz
Nguyên Lê “Saiyuki Trio”
Rudresh Mahanthappa “Samdhi”

Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 Campagnolo-Todescato-Straforini Trio
ore 22:30 Curtis Fuller Sextet

Paolo Fresu

Paolo Fresu (foto di Roberto Chiovitti)

lunedì 7 maggio
Palazzo Cordellina, ore 19
Robert Bonisolo (sax) & Michele Calgaro (chitarra)

Teatro Comunale, ore 21
“Microlezioni di Jazz”
Fresu-Rudd-Rea-Martux-Bianchi Quintet
jazz sounds, words & images
Paolo Fresu (tromba, effetti), Roswell Rudd (trombone, voce), Danilo Rea (pianoforte), martux_m (elettronica), Filippo Bianchi (voce narrante)
testi a cura di Filippo Bianchi
immagini a cura di Pier Paolo Pitacco
videoproiezioni live a cura di Enzo Varriale (Lanvideosource)
(dal libro 101 microlezioni di jazz, 22publishing editore, 2011)
produzione originale i-jazz 2012

Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 Les Manouche Bohemiens
ore 22:30 Moriarty

martedì 8 maggio
Palazzo Cordellina, ore 19
Pietro Tonolo (sax): “Corner Brilliance”

Teatro Olimpico, ore 21
Uri Caine & Orchestra del Teatro Olimpico
Beethoven’s 33 Diabelli Variations
Uri Caine (pianoforte)
dir. Carlo Tenan

Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 C.F.P. Trio
ore 22:30 Tarbaby feat. Oliver Lake

mercoledì 9 maggio
Palazzo Cordellina, ore 19
Thelonious Ensemble

Teatro Comunale, ore 21
Stefano Battaglia Trio
Ron Carter “Golden Striker Trio”

Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 Tondo-Bueloni-Cogo Trio
ore 22:30 Tingvall Trio

giovedì 10 maggio
Palazzo Cordellina, ore 19
Ettore Martin (sax) & Matteo Alfonso (piano)

Teatro Comunale, ore 21
Annie Whitehead “Soupsongs: tribute to Robert Wyatt”
Sarah-Jane Morris e Cristina Donà (voce), Annie Whitehead (trombone, leader), Jennifer Maidman (chitarra, voce),
Janette Mason (pianoforte, tastiere), Brian Hopper (sax tenore), Mark Lockheart (sax tenore e soprano), Tim Harries (basso el.), Liam Genockey (batteria)

Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 Pagliaccia-Gallucci-Pozzer Trio
ore 22:30 Antonio Sanchez Quartet

venerdì 11 maggio
Vie del centro storico, ore 17
Mo’ Better Band
per la Festa del Jazz a cura della Confcommercio di Vicenza

Palazzo Cordellina, ore 19
Le canzoni di Monk
Paolo Birro (piano) con la partecipazione di Franco Costantini (voce recitante)

Teatro Olimpico, ore 21
Fabrizio Bosso & Orchestra del Teatro Olimpico
Enchantment: l’incantesimo di Nino Rota
dir. Stefano Fonzi
Fabrizio Bosso (tromba), Claudio Filippini (piano), Rosario Bonaccorso (basso), Lorenzo Tucci (batteria)

Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 G.J. Quintet
ore 22:30 Dominic Miller Quartet

sabato 12 maggio
Chiostri di S. Corona, dalle 9 alle 16
Musicoterapia e Professione: identità, prospettive e riflessioni
Convegno a cura dell’Associazione Italiana dei professionisti della Musicoterapia e del Centro Studi Musicoterapia Alto Vicentino

Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, ore 18
La poetessa Anna Maria Farabbi incontra Rossano Emili (sax baritono e clarinetto), Angelo Lazzeri (chitarra)

Piazza Matteotti, ore 17
Ukulele Lovers
Federica Baccaglini, Nicola D’Orazio, Barbara Fortin, Piera Marsilio, Tommaso Viola (ukulele e voce),
Milena Dolcetto, Andrea Boschetti, Vittore Dalla Benetta, Antonella Pasqualini, Marco Barion, Sandra Ferrari (ukulele e cori), Vincenzo Malva (contrabbasso)

Teatro Olimpico, ore 21
Franco D’Andrea Sextet “Monk e la macchina del tempo”
Kenny Barron, Mulgrew Miller, Dado Moroni “3 Monkish Pianos”

Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 Zambon-Fongaro-Straforini Trio
ore 22:30 Michele Polga meets Fabrizio Bosso
ore 23:30 Final Jam Session

Epiloghi:
domenica 13 maggio
Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 Jam session
ore 22:30 Miguel Zenón Quartet

lunedì 14 maggio
Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 Jam session
ore 22:30 Get The Blessing Quartet

martedì 15 maggio
Panic Jazz Cafè Trivellato, Basilica Palladiana
ore 21:30 Pettinà-Vallicella-Soldà Trio
ore 22.30 Giovanni Guidi New Quintet

* * *

Il jazz al Conservatorio “A. Pedrollo”
Sabato 5 maggio
Sala concerti, dalle ore 17
– Ensemble di jazz: Omaggio a Thelonious Monk
– Ensemble cameristico: Omaggio a Piazzolla

Martedì 8 maggio
I martedì del conservatorio
duo pianistico Aleck Carratta, Fiore Favaro: musiche di Ravel e Gershwin

Venerdì 11 maggio, ore 11
Seminario con Maurizio Franco: “Africa e Monk: un rapporto obliquo”

Sabato 12 maggio
ore 11, Seminario con Franco D’Andrea: “Aree Intervallari” (in coll. con le ed. Volontè & co)
ore 17, Sala concerti, Ensemble di jazz

Dal 10 al 13 maggio
Masterclass di Teatro-Danza Classico Bharatanatyam
con la danzatrice Priyadarsini Govind

MOSTRE

VIART
– La voce della musica
(strumenti musicali, fonografi, grammofoni, radio, precinema e altro). A cura del Museo Tibaldo di Trissino – Vicenza
– In Sudafrica: Round About Township
Mostra fotografica di Pino Ninfa

PALAZZO CORDELLINA
– Round About Monk
Mostra-ritratto di un genio del nostro tempo, con i quadri di Mariella Scandola. A cura dell’Associazione Thelonious di Vicenza
Inaugurazione: sabato 5 maggio ore 19 con Thelorchestra, dir. Ettore Martin

* * *

INFORMAZIONI:
Assessorato alla Cultura – Ufficio Festival
Palazzo del Territorio, Levà degli Angeli, 11 Vicenza
Tel.: 0444 221541 – 0444 222101
Fax: 0444 222155
web: www.vicenzajazz.org

BIGLIETTI:
concerti al Teatro Olimpico (4, 8, 11 e 12 maggio)
intero: 25,00 euro + d.p.
ridotto: 20,00 euro + d.p.

concerti al Teatro Comunale (6, 7, 9 e 10 maggio)
intero: 20,00 euro + d.p.
ridotto: 15,00 euro + d.p.

ABBONAMENTI:
ABBONAMENTO A TUTTI I CONCERTI AL TEATRO OLIMPICO
intero: 75 euro
ridotto: 60 euro

ABBONAMENTO A TUTTI I CONCERTI AL TEATRO COMUNALE
intero: 60,00 euro
ridotto: 45,00 euro

ABBONAMENTO A TUTTI GLI SPETTACOLI (Teatro Comunale + Teatro Olimpico)
intero: 120 euro
ridotto: 95 euro

Riduzioni valide per giovani fino ai 30 anni, over 60, associazioni culturali musicali, Touring Club Italiano, dipendenti Comune di Vicenza, dipendenti AIM

PREVENDITE:
Biglietteria del Teatro Comunale
viale Mazzini, 39 – Vicenza – tel. 0444.324442 – fax 0444.236336
dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30; il martedì e giovedì anche dalle 10.30 alle 13.00
On-line: www.tcvi.it
Sportelli della Banca Popolare di Vicenza
Giorno dello spettacolo: alla biglietteria del teatro da un’ora prima dell’inizio della rappresentazione (senza diritto di prevendita)

INGRESSO LIBERO
– concerti Panic Jazz Cafè Trivellato
– concerto di Elio e le Storie Tese (5 maggio, Piazza dei Signori),
– concerti alle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, Viart, Bertoliana, nelle chiese e al Conservatorio “A. Pedrollo”
– laddove non diversamente specificato

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Musica

Il Gruppo LEGO ha svelato l’ultimo set nato dalla creatività di un fan, Quartetto Jazz LEGO® Ideas. Il modello è un’incredibile rappresentazione di un ensemble...

Festival

Prende finalmente il via XXVII edizione del No Borders Music Festival. A partire da venerdì 22 luglio, per quattro week end consecutivi, la storica rassegna che...

Concerti

I prossimi appuntamenti con Veneto Jazz saranno ìGIO 21 LUGLIO – Padova – Piazza EremitaniAL DI MEOLA VEN 22 LUG – Laguna Libre –...

Reportage Live

Foto di Andrea Ripamonti Era la primavera del 2020 quando il Trio Medusa chiamò Elio e le Storie Tese per sognare insieme un grande concerto di fine...