Connect with us

Hi, what are you looking for?

Concerti

DROPKICK MURPHYS dal vivo venerdi 20 Febbraio a Trezzo sull’Adda (MI)

Torna in Italia la più grande band celtic punk band al mondo, portabandiera del genere che unisce le sonorità punk rock con le melodie del folk irlandese. I bostoniani DROPKICK MURPHYS, reduci da uno show estivo di grande successo, tornano protagonisti di un nuovo tour invernale nei grandi club di tutta Europa, approdando in Italia per un’unica tappa al Live Club di Trezzo sull’Adda (MI), il prossimo 20 febbraio 2015!

DROPKICK MURPHYS
+ THE MAHONES + BLOOD OR WHISKEY

– unica data italiana –
Venerdi 20 Febbraio 2015 * SOLD OUT
@ Live Club, Trezzo sull’Adda (MI)

Vi comunichiamo che i biglietti per il concerto dei Dropkick Murphys in programma per venerdì 20 febbraio al Live Club di Trezzo sull’Adda (MI) sono andati completamente esauriti, pertanto non saranno disponibili biglietti in cassa il giorno del concerto.

Dropkick Murphys sono una garanzia quando si parla di musica live: da sempre protagonista di concerti imperdibili, la band si è di recente esibita in uno show mozzafiato lo scorso 12 luglio, come headliner del Rock Am Ring festival di Bolzano, raccogliendo una schiera di oltre 4000 fan da tutto il nord Italia. Nati nel South Boston, più precisamente a Quincy, i Dropkick Murphys nascono dal volere di Mike McColgan, Rick Barton e Ken Casey che danno vita al nucleo originale della band, che negli anni conta una serie di batteristi fino all’aggiunta di Matt Kelly nel 1997. La loro musica risente delle influenze di gruppi come Stiff Little Fingers, The Pogues, AC/DC e i The Clash, e devono il loro nome ad un centro di riabilitazione situato nel Connecticut.

[embedvideo id=”zC2A4wqR-fE” website=”youtube”]

Dopo una serie di EP, nel 1998 firmano un contratto con la Hellcat Records e viene di conseguenza pubblicato il disco di debutto “Do Or Die”. L’anno successivo, quando il cantante Mike McColgan lascia il gruppo, segna l’ingresso nella band di Al Barr, leader dei The Bruisers e unico membro dei Dropkick Murphys a non avere origini irlandesi. Nel 1999 viene pubblicato“The Gang’s All Here”, mentre due anni dopo esce “Sing Loud, Sing Proud!”che evidenzia lo sviluppo del sound della band e raccoglie importanti collaborazioni come quella con il frontman dei Pogues, Shane MacGowan e Colin McFaull dei Cock Sparrer. Dopo diversi cambi di formazione, nel 2003, viene pubblicato “Blackout” che contiene la hit “Walk Away”, e la canzone “The Dirty Glass” che presenta la voce femminile di Stephanie Dougherty (Deadly Sins) ed è dedicata al bar Darcy’s di Quincy. In questo stesso periodo il gruppo pubblica una personale rielaborazione dell’inno della squadra di baseball dei Boston Red Sox, “Tessie” che viene riconosciuto subito come brano ufficiale della squadra a partire dal 2004, anno della vittoria alle World Series. La canzone viene inoltre usata nella colonna sonora del film “L’amore in gioco” con Jimmy Fallon e Drew Barrymore.
Dopo la pubblicazione di alcune collection e la partecipazione a diverse compilation, tra cui “Rock Against Bush, Volume 2″, il giugno 2005 vede la pubblicazione di “The Warrior’s Code” il quinto album in studio della band. Il disco contiene i singoli  “Sunshine Highway”, “The Walking Dead”, “The Warrior’s Code” e la bonus track, “Tessie”. Include anche una canzone ispirata ad una poesia di Woody Guthrie, ritrovata nei suoi archivi ed intitolata “I’m Shipping Up to Boston” divenuta successo internazionale grazie all’inserimento nella colonna sonora del film “The Departed” di Martin Scorsese nel 2006.
L’anno successivo pubblicano il sesto LP, “The Meanest of Times”, che esce per la Born & Bred Records, mentre è del marzo 2011 “Going Out In Style”, concept album che ruota intorno all’immaginaria figura di Cornelius Larkin, e nel quale spiccano le partecipazioni di Bruce Springsteen, Fat Mike e Chris Cheney.
All’inizio del 2013 esce invece “Signed And Sealed In Blood”, ottavo ed ultimo capitolo della loro discografia, un lavoro più facile rispetto al predecessore, che punta al divertimento e alla rilassatezza dell’ascoltatore.

Da sempre impegnati socialmente, i Dropkick Murphys sono ogni volta una boccata d’aria fresca, soprattutto in periodi storici di difficoltà e incertezza. Con la loro musica riescono sempre a trattare argomenti seri con una veste spensierata, dedicando i loro sforzi per aiutare la collettività. Da segnalare la raccolta fondi attivata a seguito dell’attentato alla maratona di Boston nell’aprile 2013, cui viene dedicata anche la canzone “The Rose”, cantata con Bruce Springsteen.

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Concerti

Dopo l’appuntamento di Febbraio 2020 a Milano, i Dropkick Murphys e le loro rullate punk rock hanno fissato un’altra data in Italia – l’unica...

Concerti

Dopo aver fatto cantare i fan al Bay Fest e aver ballato e crowdsurfato con loro, Frank Turner in compagnia dei suoi inseparabili The...

Concerti

Dopo l’appuntamento di mercoledì 19 giugno allo Sherwood Festival di Padova, i Dropkick Murphys e le loro rullate punk rock hanno fissato un’altra data per lunedì 17 febbraio a Milano. Biglietti in...

Concerti

Fisarmoniche, cornamuse… riff di chitarra e rullate punk rock. Solo alcune delle caratteristiche di un live dei Dropkick Murphys. La band del Massachusetts è pronta...