AFTERHOURS: scopri le prime date del “Folfiri o Folfox Club Tour 2017”

AFTERHOURS si rimetteranno in moto il prossimo marzo, per affrontare un tour di 12 date.
Si tratta del tour del nuovo album “Folfiri o Folfox” uscito la scorsa primavera. Il disco, acclamato da pubblico e stampa specializzata come uno dei migliori di sempre nella discografia del gruppo, è arrivato al numero 1 della classifica degli album più venduti in Italia.

AFTERHOURS toccheranno i club più importanti della penisola a partire dal 9 marzo e fino a fine mese si esibiranno da Nord a Sud dello Stivale, per regalarci degli show memorabili, degni della migliore rock band nostrana in circolazione. Ecco di seguito i dettagli del tour:

AFTERHOURS – Tour 2017

Biglietti in vendita a questo link > http://bit.ly/afterhours17

09.03 TREZZO SULL’ADDA (MI), Live Club
10.03 RIMINI, Altromondo Studios
14.03 BOLOGNA, Estragon
17.03 CASTELFRANCO VENETO (TV), Eurobaita Lago
18.03 PARMA, Campus Industry
20.03 VENARIA REALE (TO), Teatro della Concordia
22.03 ROMA, Atlantico
23.03 NAPOLI, Casa della Musica
25.03 MODUGNO (BA), Demodè Club
28.03 MILANO, Alcatraz
30.03 FIRENZE, Obihall
31.03 NONANTOLA (MO), Vox Club

Biglietti in vendita a questo link > http://bit.ly/afterhours17

Prezzo biglietti:
€ 25 + diritti di prevendita

Oltre al biglietto d’accesso sarà possibile acquistare un numero limitato di VIP package che prevederanno i seguenti benefit:
– Meet & Greet con la band
– Poster autografato
– Pass laminato celebrativo
– Entrata anticipata al luogo del concerto

“C’è una parte di subconscio nello scrivere che sfiora il sovrannaturale. Mi è capitato, in passato, di descrivere nelle canzoni situazioni totalmente inventate che poi ho vissuto davvero, esattamente come le avevo descritte. Ho scritto questo pezzo quasi due anni fa, ben prima che mi chiedessero di partecipare ad XFactor. Non parla dei talent, naturalmente (!), ma è uno dei tanti “segni” che in questo periodo mi stanno indicando la strada per poter cambiare una vita che non mi piaceva più. L’ho scritto quando è mancato mio padre. E’ un pezzo che parla di voglia di rinascere, cancellando l’idea che gli altri hanno di me ma soprattutto l’idea che ho io di me stesso. Dove la cosa più importante non è raggiungere una meta ma vivere. Liberi da tutto quello che ci impedisce di dirci la verità.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *