Connect with us

Hi, what are you looking for?

Reportage Live

Tutti pazzi per TANANAI e ho voluto capire perché – Foto e racconto del concerto di Milano

Foto di Virginia Bettoja | Articolo di Chiara Amendola

Adorabile, irriverente, figo, scanzonato – tutti aggettivi che il giudizio nazionalpopolare associa di comune accordo ad Alberto Cotta Ramusino, in arte Tananai – classe 1995 e aria da rubacuori.

Per chi avesse vissuto in un bunker senza connessione wifi negli ultimi 4 mesi, Tananai è diventato un fenomeno dopo aver guadagnato l’ultima posizione al Festival di Sanremo, palco che ha calcato con le sue esibizioni stonate, leggere ma soprattutto con la sua gioia per essere fanalino di coda.

Una tragedia per chi sogna di diventare un Big della musica italiana – di solito presagio di futura meteora – ma in questo caso motivo di grande successo, picco di visibilità, soprattutto digitale, l’autoironia con cui ha da subito riso delle sue stecche, l’aria spregiudicata, il video con cui festeggia il venticinquesimo posto hanno conquistato il pubblico.

Tananai (foto di Virginia Bettoja)

Sconosciuto fino al giorno prima della sua esibizione all’Ariston, osannato 24 ore dopo, così tanto da riportare in auge tutto il suo repertorio. Da allora nessuno può farne più a meno, e ne è la dimostrazione il tutto sold out del tour 2022.

Da boomer borderline non ho ancora ceduto al suo fascino ma voglio scoprire il superpotere di questo quasi trentenne che è riuscito a mettere le mani su un target cosi ampio che va dalla gen–z e arriva anche ai miei amici snob e più attempati.

Tananai ci tratta bene, lascia alla stampa i golden pass, quelli AAA (all areas acces).

In effetti guardare il concerto come una comune mortale dalla platea mi mette un po’ d’ansia, non ho mai visto il Fabrique così pieno e i 30 gradi di Milano non mi spronano a immergermi tra la folla di ragazzini eccitati.

Decido di godermi il live dalla terrazza, insieme a profili con milioni di followers tirati a lucido, mentre io sono in shorts con i capelli che puzzano di fumo.

Resto tra i famosi giusto per i primi tre pezzi – poi vado via imbarazzata.

Tananai apre il concerto con Maleducato, e per essere coerente, decide di bagnare le prime file con dell’acqua. Sul palco è a suo agio, canta senza esitazione e si muove come una star, si butta tra la folla e posa malizioso per i fotografi nel pit, sembra che non abbia fatto altro nella vita e invece è il suo primo tour.

Tananai (foto di Virginia Bettoja)

Su Esagerata faccio persino fatica a distinguere la sua voce dai cori che si innalzano dal pubblico. Noto che quello di Tananai è un pop ricercato che si cimenta in un cantato più parlato che rap, ricco di sfumature elettroniche (e in effetti nasce come Dj). Lui non canta l’amore perfetto, idealizzato, canta del suo amore, con tanto di difetti e contraddizioni, con una componente di veridicità ai limiti del neorealismo la cui poesia scaturisce dalle vicende stesse. E’ l’amore contemporaneo quello stufo del romanticismo hardcore che fa venire la nausea.

Baby Goddamn fenomeno virale postumo e certificazione di platino con più di 22 milioni di stream, apre ufficialmente al delirio dei fan, accalcati con le mani tese verso il palco, qualcuno ha gli occhiali da sole, forse accecato dai fari dei telefoni attentamente puntati verso il palco.

Saturnalia, classica sbronza triste da “para” pre innamoramento, è una boccata d’ossigeno, quanto basta per rilassare per un attimo gli animi prima di continuare. Arriva il momento di Sesso Occasionale, serenata 2.0, onesta, ironica e fresca, che strizza l’occhio ad influenze sonore anni ’60. Il pezzo che gli ha dato la gloria e probabilmente il più atteso.

Colpo di scena su Le madri degli altri, compare Fedez, primo ad aver scommesso sul talento di Tananai, accorso su un palco troppo piccolo per lui per celebrare un successo che è un po’ anche suo.

Adesso riesco a veder anche io quanto è speciale questo ragazzo.  

Tananai è sincero ed è palpabile quanto ogni sua singola parola sia stata vissuta e condivisa come espiazione per avvicinarsi a un pubblico assetato di emozioni reali.

I suoi testi sono un raptus di parole, ispirazione, ritmo e melodia capaci di trovare, anche nelle situazioni più sfavorevoli, il bello di vivere.

Clicca qui per vedere le foto di Tananai in concerto al Fabrique di Milano (o sfoglia la gallery qui sotto)ù

Tananai

TANANAI – La scaletta del concerto al Fabrique di Milano

Maleducazione
Volersi male
Esagerata
Calcutta
Pasta
Baby Goodamn
Ichnusa
Saturnalia
Sunshine
Bears grylls
Sesso occasionale
Comincia tu
Le madri degli altri
10k scale
Seno sinistro
Giugno

Encore:
Sesso occasionale
Baby Goodamn

TANANAI – le prossime date del tour

Biglietti in vendita a questo link > https://bit.ly/tananai23

Mercoledì 18 maggio 2022 – Roma @ Atlantico Live soldout
Venerdì 20 maggio 2022 – Firenze @ TuscanyHall soldout
Lunedì 23 maggio 2022 – Milano @ Fabrique soldout

Giovedì 2 giugno 2022 – Livorno @ Straborgo
Venerdì 3 giugno 2022 – Cremona @ Tanta Robba Festival
Martedì 21 giugno 2022 – Bologna @ Oltre Festival
Venerdì 1° luglio 2022 – Genova @ Goa Boa Preview
Sabato 9 luglio 2022 – Caorle (VE) @ SuoniCaorle
Venerdì 15 luglio 2022 – L’aquila @ Pinewood Festival
Sabato 16 luglio 2022 – Alba (CN) @ Collisioni Festival
Venerdì 22 luglio 2022 – Marina di Camerota (SA) @ Meeting del Mare
Mercoledì 27 luglio 2022 – Igea Marina (RN) – OltreaMare – Beky Bay
Sabato 30 luglio 2022 – Alghero (SS) @ Abbabula Festival
Martedì 9 agosto 2022 – Trani (BT) @ EmBi Festival
Venerdì 11 agosto 2022 – Lecce @ Oversound Music Festival
Giovedì 18 agosto 2022 – Roccella Jonica (RC) @ Roccella Summer Festival
Venerdì 19 agosto 2022 – Zafferana Etnea (CT) @ Sottoilvulcano Festival
Sabato 20 agosto 2022 – Partanna (TP) @ Teatro Lucio Dalla
Giovedì 25 agosto 2022 – Empoli @ Beat Festival
Sabato 27 agosto 2022 – Romano D’Ezzelino (VI) @ Ama Music Festival
Sabato 3 settembre 2022 – Bergamo @ NXT Station

Biglietti in vendita a questo link > https://bit.ly/tananai23

Venerdì 5 maggio 2023 – Napoli @ Casa della Musica
Sabato 6 maggio 2023 – Roma @ Atlantico Live
Mercoledì 10 maggio 2023 – Firenze @ TuscanyHall
Sabato 13 maggio 2023 – Padova @ Gran Teatro Geox
Giovedì 18 maggio 2023 – Milano @ Fabrique

Written By

Cinefila e musicofila compulsiva. Quando qualcosa mi interessa non riesco a tacere.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Reportage Live

Articolo di Michela Ravasio | Foto di Andrea Ripamonti Parto col dire che il mio ragazzo avrebbe voluto poter recensire personalmente il concerto degli...

Reportage Live

Foto di Rossella Mele E’ tornata finalmente a Milano la nuova stella dell’hip hop mondiale LITTLE SIMZ, nuova stella dell’hip hop UK che si...

Reportage Live

Ieri 3 dicembre al Fabrique Bonobo, nome d'arte per il produttore Simon Green, insieme all'eterea voce di Nicole Miglis ci ha spiegato come il...

Festival

Amadeus, direttore artistico del Festival di Sanremo 2023, ha sciolto le riserve e comunicato i nomi dei cantanti che prenderanno parte al prossimo Festival...