Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

MONDO NAIF – Essere sotterraneo

Autoprodotto
“La terra trema” cantano in modo ossessivo nell’omonimo brano i Mondo naif, forse trema perché sono arrivati loro sulla scena discografica? Non esageriamo, ma questo esordio del trio di Montebelluna, a quattro anni dalla nascita si distingue perché è uno dei pochi progetti di hard stoner cantati in italiano. Lungi da me ogni tendenza nazionalista, ma dopo i 2 novembre, i Mondo Naif sono gli unici a cantare nell’idioma di appartenenza, quando tutte le altre band italiane e non solo che suonano stoner si esprimono in inglese. “Essere sotterraneo” si caratterizza però anche perchè ha molte altre frecce al suo arco a partire dalla giusta dose di carica frizzante, presente in quasi tutto il disco, anche quando il trio si lascia andare all’acido lisergico (“Y fire”) il brano coinvolge perché è intriso di un blues che ti penetra nelle ossa, come pochi altri. L’altro grande pezzo blues presente in scaletta è “Boblaito” unico brano in acustico, riservato alle sole voce e chitarra. Unico passo falso del disco è “Eloise” che risulta troppo derivato dai “Verdena”, sembra una loro out-take. Il trio raramente riesce a stare fermo, in più occasioni preferisce cambiare registro stilistico, vedi “Deuteria” che inizia con uno psichedlic rock per poi deragliare in un rock circolare ed ipnotico o l’intensa “Aiutami, sono un ladro”, intrisa di una tensione che sfocia in un possente e quanto mai magmatico metal-stoner. Più dinamiche risultano poi “Violenta” e “Come me”. Alla fine molti riff sono già sentiti, ma il modo in cui il trio veneto li ha miscelati è affascinante.

Vittorio Lannutti

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Interviste

di Stefania Clerici Marta Tenaglia è una cantautrice milanese che esordisce oggi con il suo primo singolo Bonsai, pubblicato da Costello’s Records, distribuito da...

Metal

Forse in pochi ricorderanno l’ormai lontano progetto veneziano degli Euthanesia e non a tutti sarà capitato di vivere l’esperienza dei live fulminei e violentissimi...

Recensioni

2015 Vox Recording Studio Da Reggio Emilia grandi inalate d’America per mano/suono/vita dei Four Tramps, una formazione che non fa altro che “rientrare” –...

Recensioni

42 Records È inutile negarcelo, siamo prima di tutto bestie, poi grazie alla sovrastruttura dell’educazione diventiamo più o meno civili. I Criminal Jokers con...