Connect with us

Hi, what are you looking for?

Playlist

I 5 brani che Matteo Maione ha ascoltato di più durante il lockdown

Distanti, ma uniti dalla voglia di normalità e di vicinanza fisica ed emotiva: questo il senso di “AD UN METRO DI DISTANZA”, brano di debutto di MATTEO MAIONE che veicola un messaggio di fiducia e aspettativa per il domani.

Musicalmente l’andamento iniziale è apparentemente cupo nella sua progressione funky, aprendosi poi in un ritornello pop/rock che è una riflessione coraggiosa e, soprattutto, una ricerca di speranza per un ritorno alla libertà.

Per l’occasione gli abbiamo chiesto i 5 brani che ha ascoltato di più durante il lockdown. Ed ecco cosa ci ha risposto!

Franco Battiato – Gli uccelli

La libertà ha bisogno di regole ben precise, geometrie superiori ed “esistenziali” che possano armonizzare il volo in un universo ordinato; forse solo l’obbedienza a queste leggi ultraterrene può donare a questi straordinari animali la possibilità di occupare quello spazio aereo, altrimenti privo di qualsiasi essere vivente, svelandoci “segreti di questo sistema solare”.

Nick Cave – Push the sky away

Con questa potente e incessante preghiera Cave vuole in fondo incitarci ad andare oltre i nostri limiti, a non accontentarci mai, a non fidarci di quello che gli altri pensano o dicono che dovremmo fare, e allora dobbiamo “solo continuare a spingere…continuare a spingere…spingere via il cielo” proprio per allontanare le nostre paure più profonde e sentirci finalmente liberi.

David Bowie – Life on Mars

Chi non ha pensato una volta che ci possa essere vita su un altro pianeta? In questo enigmatico capolavoro Bowie si domanda, attraverso il pensiero di una ragazza delusa e tradita da una vita che ha distrutto le sue speranze e i suoi sogni, se almeno su Marte ci sia vita; forse non è così ma l’importante in fondo è sempre credere che possa esistere una realtà migliore del mondo in cui viviamo.

Lucio Battisti – Amarsi un po’

“Però volersi bene no partecipare è difficile quasi come volare”: queste parole mi hanno sempre accompagnato durante la mia vita sentimentale; per fare in modo che un amore si mantenga in modo duraturo ci vuole un grande impegno, non basta nemmeno amarsi, anzi “amarsi un po’ è come bere più facile è respirare”; ma alla fine amarsi “aiuta sai a non morire”, ed è forse questa la vera forza dell’amore.

Andrea Laszlo De Simone – Immensità

“Tutta la realtà è immensità come il sogno poi si dissolverà”: bastano questi versi a farci capire come al centro del pensiero di De Simone ci sia l’uomo di fronte all’immensità della realtà, in cui egli cerca spiegazioni, forse senza risposta, sul tempo, sullo spazio, sul sogno; alla fine ci sarà sempre una nuova immensità ad aspettarci, un nuovo domani pieno di speranza e possibilità.

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Video

Troppo spesso ci capita di non poter “sentire”, di sprecare il nostro tempo senza ascoltare o capire l’essenza del tutto; rimaniamo dunque muti come...

Musica

Filippo Pasqui, autore della raccolta di racconti Racconti di Blablacar e del romanzo L’Ondra torna ad ascoltare anche questa settimana dieci brani indie e...