Connect with us

Hi, what are you looking for?

Interviste

Intervista al duo impossibile Clio and Maurice

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Clio and Maurice, un duo impossibile formato solo da voce e violino (rispettivamente Clio Colombo e Martin Nicastro) che, nonostante abbia già girato in lungo e in largo finendo in tour persino in Marocco, ha pubblicato il suo singolo di debutto dal titolo “Lost” solo di recente. Ecco cosa ci hanno raccontato.

• Un duo voce + violino non è una cosa che si sente tutti i giorni. 
Come nasce un vostro brano? È facile poi riprodurlo dal vivo?
Martin: questa è una bella domanda! Mettere su un pezzo con due strumenti tradizionalmente
per nulla complementari è sempre una sfida e abbiamo provato nel tempo soluzioni diverse, sia per quanto riguarda la scrittura sia l’esecuzione. Siamo partiti con un approccio sperimentale, cercando di creare pezzi che potessero funzionare senza l’intervento della tecnologia, ma dopo breve tempo abbiamo sentito il bisogno di variare il nostro sound. Oggi abbiamo tra le mani un assortimento di pezzi a due parti, altri realizzati con loop machine e brani che per essere fatti dal vivo hanno bisogno di una base.

• Chi sono Clio and Maurice quando non suonano?
Martin: Io insegno violino e sono un musicologo in erba, Clio al momento studia canto Jazz e insegna canto. Insieme siamo una coppia di pantofolai che spesso se ne sta chiusa in un piccolo monolocale a studiare, guardare serie tv e a cucinare cose strane per gli amici.

• Ma questa storia del tour in Marocco?
Clio: abbiamo avuto la fortuna di fare questa esperienza grazie ai Centri di Lingua Americana marocchini, che ogni anno invitano musicisti di lingua inglese da tutto il mondo. In due settimane abbiamo suonato in 8 città diverse e ne abbiamo visitate 10, inutile dire che siamo tornati a Milano frastornati e incantati al tempo stesso. Porteremo sempre con noi i colori, i profumi, i suoni e le amicizie strette in Marocco.

• Quali sono le vostre influenze musicali? E quale il vostro feat. dei sogni?
Martin: come duo le nostre influenze principali vengono dalle frange più sperimentali del pop. Bjork è sempre più un modello per quanto riguarda la capacità di fondere elettronica, archi e voce. Adoriamo James Blake e il suo approccio minimale alla tradizione afro-americana e l’ultimo disco di FKA Twigs è semplicemente una gemma di songwriting, registrazione e produzione.
Clio: il feat. dei sogni direi che sarebbe con James Blake. Un altro sogno sarebbe di cantare a cappella insieme a FKA Twigs. Spero non mi venga chiesto di saper ballare, però!

• Di cosa parla Lost e che connessione ha con il video (bellissimo!)?
Clio: grazie! Lost parla di gabbie e di incapacità di agire. Il video, attraverso una simbologia legata soprattutto all’uso del colore, vuole rendere l’idea di rimanere rinchiusi nella propria mente nonostante la bellezza che ci circonda, per poi ritrovare una pace temporanea e il coraggio di dedicarsi ai propri obiettivi.

• E ora, cosa dobbiamo aspettarci dal futuro di Clio and Maurice?
Clio: abbiamo qualche sorpresa in serbo, per ora non anticipiamo nulla per non rovinarvele.
Martin: anche perché quello che accadrà nei prossimi mesi sarà una sorpresa pure per noi.

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...