Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Festival

POPLAR Festival: l’ottava edizione dal 12 al 15 Settembre 2024 a Trento

Dopo l’annuncio dei primi nomi dell’ottava edizione di Poplar Festival, l’appuntamento che dal 2017 anima l’intera città di Trento, a partire dallo storico quartiere di Piedicastello e dal Doss Trento, si amplia ancora di più la line up dell’evento, una quattro giorni dal 12 al 15 settembre affiancata dagli approfondimenti culturali della rassegna Poplar CULT!.

La ricerca di varietà e la forte spinta all’internazionalizzazione hanno guidato le scelte della direzione artistica, che si è orientata verso musicisti e musiciste che si stanno facendo largo sulla scena globale. Per molti di questi, Poplar rappresenterà una delle prime tappe italiane della loro carriera.

No Geography è il claim che racchiude il cuore dell’appuntamento di quest’anno, concentrato sull’importanza della condivisione e il potere trasformativo dell’esperienza collettiva, musicale e culturale. La novità e la cancellazione di confini, materiali e immateriali, si esprimeranno attraverso una programmazione estremamente variegata che nella sua varietà non vede la differenziazione, ma l’accostamento sperimentale e la contaminazione continua come agenti fondamentali.

DUE PALCHI, 40+ ARTISTS

La moltiplicazione degli ecosistemi e delle energie sarà supportata anche da un cambiamento sostanziale della venue: nel parco del Doss Trento infatti saranno presenti ben due palchi, novità assoluta del 2024 che permetterà all’atmosfera di essere ancora più elettrica e pervasiva, interessando due zone del parco.

IL RITORNO IN ITALIA DI YUNG LEAN E ALTRE NOVITÀ

Una seconda release che rende palpabile l’hype e traccia la strada verso tanti altri annunci che nel corso dei prossimi mesi disegneranno una line up carichissima di novità e di prime volte sul territorio italiano. In attività da quando aveva 15 anni YUNG LEAN sarà sul palco di Poplar dopo più di 5 anni dall’ultima data italiana, che vedrà il sadboy dalle radici cloud rap esibirsi a pochi mesi dalla release del suo ultimo album Psykos, in cui trovano spazio il rock alternativo e il post-punk e che nasce dalla collaborazione con Bladee, fedelissimo del collettivo svedese Drain Gang. Yung Lean è una voce potentissima già quasi di culto per gli amanti del rap che non segue le tendenze. A soli 27 anni si può dire che abbia cambiato il volto della musica rap e porta con sé un bagaglio fittissimo di esperienze, vantando collaborazioni con nomi del calibro di Skrillex e FKA Twigs.

A rinfrescare il tutto, due band made in UK. Le londinesi LOS BITCHOS sono difficili da definire. I loro live sono una festa psichedelica a cui è impossibile resistere, si respira euforia tra le tracce strumentali della band. Le loro esibizioni, influenzate da cumbia, funk, disco, surf anni ‘60, sono un’esplosione e una festa dream pop, che ha destato anche l’attenzione del frontman dei Franz Ferdinand. Le LAMBRINI GIRLS arrivano invece dalla scena musicale punk di Brighton e sono decisamente incazzate. Le loro canzoni sono una denuncia nei confronti della società, feroci arrivano dritte al punto. Un trio inarrestabile e sicuramente energico, un live che esalta e trasforma. Il loro ultimo singolo Body Of Mine è più personale, parla di identità di genere e di come entrare in contatto con la propria quando non ci si sente pienamente se stessi.

Cambiamo coordinate con le armonie di MARCO CASTELLO, polistrumentista che fonde funk-jazz e bossa nova e ci porterà in un’immersione tra i colori e le brezze di fine estate che soffiano sul parco. Una penna arguta e ironica che mescola italiano e dialetto siracusano, in nome delle sue origini siciliane. Alle spalle un’esperienza in tour con La Comitiva, progetto di Erlend Øye (membro dei Kings of Convenience), Castello ha preso parte anche al nuovo disco di MACE insieme ad Ele A con il brano “Mentre il mondo esplode”. Sul palco del Doss anche OKGIORGIO, che primeggia tra i volti scelti da Spotify per Radar 2024. Giorgio Pesenti – già membro del collettivo Iside – è un musicista e produttore che sta dominando la scena clubbing italiana. Produttore di artisti come Fulminacci, Pinguini Tattici Nucleari e Loredana Bertè, ha pubblicato il suo primo EP ok lo scorso dicembre. Cinque tracce in cui le voci suonano come strumenti e la chitarra di Giorgio fa da padrona; un mix di suoni elettronici che agiteranno tutta la collina del Doss.

Direttamente da Napoli, città in cui la musica è da sempre aperta alla contaminazione, arrivano tre dei migliori progetti contemporanei per sconvolgere i palchi di Poplar. Dopo il successo della loro esibizione nel 2022, tornano i FUERA, trio che mescola rap, techno e sonorità psichedeliche. Uno show in cui è impossibile non saltare, uno stile unico che li caratterizza da sempre rispetto al resto della scena musicale. Sono tornati a fine marzo con il singolo cosa fai stasera?, una traccia dai suoni più morbidi rispetto a CIRCO MEZZALUNA, ma con la stessa impronta techno che fa ballare e coinvolge. Classe 2002 TRIPOLARE è un cantautore e produttore, che dalla sua stanzetta apre una crepa verso il mondo esterno e le sue contraddizioni. È istintivo, sincero, timido ma con una voglia di evadere che gli dà l’energia giusta per conquistare il palco. Una ventata d’aria calda arriva con ANNA AND VULKAN, polistrumentista che vede il Vesuvio come simbolo costante del ritorno a casa. Inizia a scrivere le prime canzoni a quindici anni, con una penna che alterna italiano e napoletano, nel mentre suona come batterista in diversi progetti, spaziando tra generi diversi che la influenzano ognuno a modo loro. A novembre 2023 ha pubblicato il suo primo singolo Comm’è che mescola pop, jazz, tropicalismo e chitarre blues, seguito dalla ballad Scurò.

Ancora tanti i nomi da annunciare per più di 40 gli artisti previsti in line up. Con questa release siamo a quota sedici, con gli ultimi act che vanno ad aggiungersi agli otto già comunicati, in cui apparivano VIAGRA BOYS, FULMINACCI, MOUNT KIMBIE, SOFIA KOURTESIS, ELE A. E ancora FAT DOG, ZIMMER90 ei ALTEA.

https://www.poplarfestival.it

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Festival

Annunciata la line-up completa del festival bolognese contraddistinta da uno sguardo rivolto verso l’estero

Reportage Live

Fulminacci ha fatto tappa all'ex TuscanyHall di Firenze con il suo "Infinito+1 Tour 2024" registrando il tutto esaurito.

Reportage Live

Ennesima tappa sold-out per Fulminacci, che si presenta a Venaria Reale con un ottimo biglietto da visita dopo le prime tre tappe dell’“Infinito +1”...

Reportage Live

E’ partito da Trento l’Infinito +1 tour di Fulminacci, in concerto ieri sera al Fabrique di Milano. Tutto esaurito per le 9 date nei club e...