Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

NOAIS – Lanterne

noais-lanterneFolk, rock e cantautorato nel disco d’esordio dei Noàis: “Lanterne”

Folk? Rock? Blues da bettola? Cantautorato di matrice ’60? Jacopo Perosino (voce, chitarra acustica, piano, ukulele, penny whistle, tamburello), Paolo Penna (chitarre), Luisa Avidano (violino), Simone Torchio (basso, scacciapensieri), Michele Cocciardo (batteria, cajon), Roberto Musso (percussioni, rumori, tamburelli, bodhran) e Maria Rita Lo Destro (voce), con il loro album d’esordio, “Lanterne” (scarica il disco da iTunes), miscelano tutti questi stili in un unico prodotto: signore e signori, da Asti i Noàis.

Il primo paragone che viene da fare, volendo scomodare nomi imponenti del cantautorato italiano, è quello con Fabrizio De André o con l’Eugenio Bennato di “Sponda Sud”, per la varietà di sonorità proposte dai Noàis, che partono dal folk anglofono fino a sbarcare sul Mediterraneo, il tutto interpretato con un forte piglio pop.

Nonostante la varietà di stili i Noàis sanno dare ai propri brani un sound caratteristico e distintivo, in cui a fare da collagene è di sicuro il violino di Luisa Avidano, lungo le sole 7 canzoni dell’album per poco più di 30 minuti di musica. E uno dei punti di forza di “Lanterne” è forse proprio la durata, la quale permette all’album di essere bilanciato senza voler strafare.

Si passa dai ritmi strascicato-siciliani di “Hanno ucciso Colapesce” a ballad-blues impolverate come “Nun t’arrabbia’”, dall’Irlanda folk di “Mary Jane” al rock da highway di “Emmeraviglia (Light my room tonight)”, dalla filastrocca in slide “Che bella giornata” alla pizzica tutta da ballare di “Colpa di Maria” per concludere con la crepuscolare “Sudato e fragile”.

In definitiva, “Lanterne” è un album pregno di sonorità e di suggestioni varie dedicato a chi ama il pop nelle sue più svariate accezioni.

FACEBOOKhttps://www.facebook.com/noaisband/

[embedvideo id=”Z7En6sqvGEI” website=”youtube”]

Recensione a cura di QALT

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...