Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

MY DEAR KILLER – The Electric Dragon of Venus

Boring Machines

Torna a farsi vivo Stefano Santabarbara, alias My dear Killer, a sette anni dall’esordio “Clinical shyness”. Tuttavia, in questi anni, dal punto di vista musicale, non è stato proprio con le mani in mano, perché ha partecipato a progetti di alcuni amici e colleghi.
Le dieci tracce di questo lavoro sono tutte strutturate sul binomio voce-chitarra acustica. Il sound, infatti, è costituito da un folk introspettivo e minimale, con rumori che restano sullo sfondo.

Questi noises sono a volte inquietanti e preoccupanti, altre rassicuranti, altre ancora sono prefetti per completare il sound. Il modo di cantare di Santabarbara è molto caldo e denso di pathos, quindi molto calorosa. “The electric dragon of Venus” è un disco complesso che va ascoltato con meticolosità, per decifrare tutte le sfumature che ad un primo ascolto non emergono.
Soltanto dopo alcuni ascolti emergono le tante sfaccettature, proprio come un disco di Nick Drake e dei Willard Grant Conspiracy.

Vittorio Lannutti

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Musica

Articolo di Serena Lotti Non è semplice trasformare un problema in un’opportunità. Figuriamoci una pandemia globale. Al tempo delle quarantene worldwide tutti non vedono...

Musica

Articolo di Emanuela Bonetti | Foto di Elisa Hassert «Una passione in comune», come afferma Roberto Angelini: è da qui che è nato “Way To...

Reportage Live

Articolo e Foto di Claudia Mazza Roberto Angelini e Rodrigo D’Erasmo presentano un mini-tour per omaggiare il grande Nick Drake, di cui entrambi sono...

Recensioni

Boring Machines DuChamp è una scienziata che lavora a Berlino, ma che ha ancora un amore viscerale per la drone music. Dopo essersi sbattuta...