Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

“Io sognavo noi” è l’esordio dai toni pop malinconici di Blu

Sei tracce per soli 17 minuti compongono il lavoro d’esordio del giovanissimo cantautore veronese Blu: “Io sognavo noi”.

Finalista di Area Sanremo TIM 2020, Blu (nome d’arte dietro cui si cela Mario Giarola) esordisce con un EP che si veste da concept album, attorno alla tematica di un amore finito: “Io sognavo noi” racconta, appunto, le vicende e le emozioni di una coppia che, arrivata ad un certo punto del rapporto, è costretta a sperarsi.

Nei brani fanno capolino tutti sentimenti e le sensazioni che si provano quando si è innamorati ma si è costretti a non poter vivere quella storia, sensazioni che si trasformano, in musica, in malinconiche ballad strappalacrime, che si ergono principalmente sul pianoforte e sulla voce efebica di Blu.

Per cantare il suo dolore, Blu fa affidamento ad un pop datato, di stampo anni ’90, dovuto molto probabilmente al fatto che le musiche sono composte insieme alla sua coach vocale Veronica Marchi, mentre gli arrangiamenti sono di Davide De Blasio.

Nonostante i pochi brani, “Io sognavo noi” risulta un po’ ripetitivo, sia nelle atmosfere che nelle linee melodiche.

Il plauso va alla vocalità di Blu, che fa presupporre ottime possibilità per il suo futuro.

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...