Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

ELECTRIC SUPERFUZZ – How To Forget

Jestrai
Questo dei romani Electric Superfuzz è un esordio al fulmicotone. Il quartetto romano (due chitarre e due batterie) in dodici brani e poco meno di 38 minuti è riuscito a fare un compendio dell’evoluzione del blues che parte da Robert Johnson e arriva allo stoner dei Queens Of The Stone Age e Fu Manchu.

Il blues acido di cui sono intrisi questi brani è altamente infiammabile e, infatti, si incendiano subito, grazie ad un piglio rock-blues che non fa sconti a nessuno. Ascoltare per credere “Hurricane”, ad alta gradazione di stoner-blues vorticoso e alimentato da ritmiche rock’n’roll, ma anche gli avvitamenti delle chitarre intrecciate presenti in “Mad/Dead”.
In più occasioni vengono evocati i fasti del miglior hard rock a cavallo dei ’70 (“Big fat tree”, “Grandaddy’s fault”) e colpisce il cambio di passo presente in “Chimpanzee”, intriso di certa psichedelia pop sia degli anni ’60 che dei ’90. Un esordio da tenere d’occhio.

Vittorio Lannutti

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Concerti

A seguito delle disposizioni in materia di contenimento della diffusione del virus COVID-19 emanate su scala mondiale, molti tour di artisti nazionali e internazionali...

Concerti

Fu Manchu, storica formazione Californiana dall’impronta stoner rock, è pronta a tornare in Italia dopo la pubblicazione del suo dodicesimo album “Clone of the...

Video

Fate un passo avanti e partite per un viaggio tra il macabro e l’inquietante con i Queens Of The Stone Age e il loro...

Concerti

I Queens of the Stone Age, il gruppo di Josh Homme, torna in Italia con i brani del loro disco Villains, appena candidato ai...