Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

DILETTA – Sacro Disordine

Quello dei Diletta è un nuovo mondo agrodolce, la storia di due amanti che si amano quasi per caso, anche se non hanno il filtro giusto di instagram, se non azzeccano la giusta inquadratura. Si apre con Capita e veniamo catapultati di un universo musicale perfettamente a metà tra alternative rock ed electro-pop, con qualche retaggio di influenze folk, complice forse qualche ascolto casuale di gioventù.

I Diletta, nonostante il nome femminile, sono un duo lombardo che dopo qualche cambio di formazione e uno strascico di singoli che ci hanno accompagnato a lungo, finalmente pubblicano un primo full length. La cosa che colpisce è il mood generale avvolgente e magnetico: dove Milano è una città piena di nebbia e persone schive, dove anche tenersi per mano sembra una piccola conquista. 

I Diletta disegnano un mondo triste dove la felicità quotidiana è scandita di piccole luci, una linea costante di un violoncello solitario che illumina ogni brano. I Diletta sono Jonathan Tupputi (voce e chitarra) e Andrea Rossini (tastiere ed arrangiamenti) e Sacro Disordine è un anno di attività condensato in un album di debutto. Da un primo approccio rock i due amici approdano a un sound più intimo e sperimentale avvalendosi prima della collaborazione di Desirée Bargna ai cori e al violoncello e successivamente di Simone Bernasconi al basso. 

Questo disco è per i sognatori urbani, quelli che passano la giornata davanti al computer, quelli che escono col buio e rientrano col buio, quelli con i cappotti grigi e i frulii continui e vorticosi di pensieri: romantici, di fuga, di piccoli rimpianti sparpagliati per strada. Sacro Disordine è per gli ultimi amanti solitari, per chi aveva smesso di ascoltare dischi perchè gli amori indie non sono mai abbastanza reali, per chi non aveva più tempo di innamorarsi. Consigliatissimo.  

Recensione di Giada Bianchi

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...