Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

BAIS – Apnea

di Summer 78

Apnea è il disco di debutto del cantautore milanese Luca Zambelli, in arte Bais, ed è stato pubblicato il 21 ottobre per Sugar Music.

Nel descriverlo, Bais ne parla così: “un disco acquatico da ascoltare con la testa per aria ed i piedi staccati da terra. Apnea è un tuffo dentro di sè alla scoperta di un mondo ancora sconosciuto e troppo spesso dimenticato. Unimmersione trattenendo il respiro e cercando di andare a fondo, dove i confini tra il reale ed il surreale sfocano, lasciandoci nuotare in un nuovo universo inesplorato”

Noi, invece, come potremmo descriverlo? Beh, come prima cosa possiamo dire che Apnea non è un disco brutto. Non è un disco brutto, ma…

Ma non è nemmeno un disco che toglie il fiato come invece prometteva di fare.

Come spesso accade, ci troviamo davanti ad un disco cui bisogna avvicinarsi senza troppe aspettative, altrimenti si corre il rischio di rimanere delusi.

Apnea è un disco che rappresenta quanto di più classico potrebbe esserci nel panorama indie-pop italiano: sonorità fresche, arrangiamenti che senza ombra di dubbio funzionano bene, testi che parlano in modo personale di desideri, rimpianti, sentimenti e relazioni particolari, qualche riferimento qua e là alla cultura nostrana che ti fa immediatamente immedesimare…

Certo si tratta di uno di quei dischi che magari si ha piacere ad ascoltare durante una pizzata tra amici di lunga data, o magari durante il tragitto casa-lavoro per distendere i nervi prima di entrare in ufficio, o magari mentre per tenersi compagnia mentre si fanno le pulizie in casa.

Certo, in certe situazioni può essere un disco piacevole, questo è innegabile.

Ma a fine ascolto non resta granché di Apnea.

Non è un disco innovativo, non è immersivo, né atipico, né elegante, né avvolgente.

Certo, non è detto che un disco debba avere per forza queste qualità per essere un buon prodotto, tuttavia sono le qualità che ci aspettavamo quando il disco ci è stato presentato, qualità che invece risultano assenti.

Nel complesso, Apnea è un disco carino, un esordio piacevole per un artista che però, purtroppo, non è riuscito a tener fede alle proprie promesse.

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...