Connect with us

Hi, what are you looking for?

Dischi

ROGER ENO e BRIAN ENO: è uscito il disco “Mixing Colours”

Roger Eno e Brian Eno esplorano la natura del suono nel loro primo album in duo.

Mixing Colours, uscito per Deutsche Grammophon (CD, 2 LP, Digitale) – compra il disco in versione vinile > https://amzn.to/3dfsKQf – rappresenta una pietra miliare nella loro collaborazione creativa nonchè il debutto sulla prestigiosa etichetta gialla. I diciotto paesaggi sonori dell’album invitano gli ascoltatori ad immergersi nello spazio infinito che si trova sotto la loro superficie.

Mixing Colours è un progetto cresciuto nel corso degli anni nel quale entrambi gli artisti hanno attinto dalla loro lunga esperienza di compositori, interpreti e produttori. Il processo creativo è iniziato con Roger Eno che suonava singoli brani e li registrava usando una tastiera MIDI. Ha quindi inviato i file MIDI digitali a suo fratello maggiore che ha trasportato ogni brano nel suo particolare mondo sonoro, rivedendo e manipolando il contenuto. Il loro scambio ha generato una dinamica sinergia man mano che il progetto si sviluppava.

I primi pezzi di Mixing Colours presero vita intorno nel 2005, ma inizialmente non furono pensati come parte di un corpus di lavori più ampio. “Non stavamo pensando ad un risultato finale – era come una conversazione reciproca che è durata 15 anni”, afferma Roger. “Mi svegliavo, andavo dritto in studio, sistemavo la mia attrezzatura e improvvisavo, poi inviavo a Brian il materiale che reputavo più interessate. L’idea di un album completo è emersa quando il numero di pezzi continuava ad aumentare con risultati sempre più soddisfacenti. È qualcosa che nessuno di noi avrebbe potuto realizzare da solo”.

Mixing Colours crea ponti tra passato e futuro. Le composizioni di Roger evocano lo stile melodico nostalgico di Schubert, mentre il suono di Brian attinge al suo innovativo lavoro concettuale con la musica elettronica e al fascino del potenziale creativo dei nuovi media. Nell’ultimo mezzo secolo, osserva, il mondo pop ha sviluppato le enormi possibilità della musica elettronica di creare colori sonori e timbri strumentali inimmaginabili.

Brian sottolinea: “Fra gli strumenti classici il clarinetto rappresenta una piccola isola di suono, la viola un’altra e il pianoforte a coda ancora un’altra. Ogni strumento è un insieme finito di possibilità sonore, un’isola nell’oceano illimitato di tutti i possibili suoni che potresti fare. Quello che è successo con l’elettronica è che tutti gli spazi tra quelle isole vengono esplorati, producendo nuovi suoni che non sono mai esistiti in precedenza. È stato un grande piacere per me esplorare quell’oceano con le composizioni uniche di Roger”.

Tutte le diciotto tracce della registrazione tranne una hanno titoli che richiamano un colore – ad esempio “Burnt Umber”, “Obsidian” e “Verdigris” – paragonabili a quelli spesso associati a dipinti astratti. Insieme creano una profonda meditazione sullo spostamento di tonalità tonali e contrasti nel timbro.
La traccia finale, il tormentato “Slow Movement: Sand”, riporta la musica ai suoi elementi essenziali di colore, timbro e pulsazione.

Mixing Colors, aggiunge Roger, deriva dai loro interessi artistici, musicali e letterari condivisi per diventare un’opera di autentica collaborazione. “Più ascolti questo album, in particolare con i mondi favolosi che Brian ha creato, più riesci a camminare e ad ambientarti nel suo enorme paesaggio.”

L’artwork dell’album riproduce dipinti astratti dell’artista Dom Theobald, tra cui una suggestiva opera donata da Roger a Brian.

Compra il disco in versione vinile > https://amzn.to/3dfsKQf

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Dischi

Brian Eno pubblica “Film Music 1976 – 2020”, la prima raccolta che prende in esame le sue composizioni per colonne sonore cinematografiche e televisive....

Dischi

Musicista, produttore, visual artist, pensatore ed attivista, Brian Eno inizia la sua carriera negli anni ’70 come membro dei Roxy Music continuando poi con...

Recensioni

Il primo gennaio è uscito il nuovo lavoro di Brian Eno. “Reflection”, questo il nome, è una suite lunga 54 minuti realizzata tramite l’ausilio...

Dischi

Damon Albarn, il leader dei Blur ha annunciato nei suoi canali social l’uscita del suo album da solista. La data è fissata per il prossimo 28...