Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Reportage Live

No KETA, no party… Ma sono nati prima i tormentoni o M¥SS KETA?

10 anni diMilano, Sushi & Coca e non sentirli: il sold out all’Alcatraz è stata la festa del Club Topperia che ha scatenato il finimondo!

Articolo di Stefania Clerici | Foto di Federico Buonanno

10 anni di “Milano, Sushi & Coca” e non sentirli: il sold out all’Alcatraz di M¥SS KETA è stata la festa del Club Topperia che ha visti riuniti sul palco gli amici della M¥SS, tra cui Big Mama, Ambra, Cmqmartina, Il Pagante e un corpo di ballo da urlo per pose, dressing e provocazione, gli ingredienti alla base dello spettacolo di Keta e che onstage hanno scatenato, per citarne una tra le tante, il  “Finimondo”.

Due ore di live in cui la M¥SS ha fatto ballare il coloratissimo, glitteratissimo e pazzesko Alcatraz con i sui successi, perchè lei è “Una donna che conta” e “In gabbia” non ci sta.  Il primo grande boato e acclamazione arriva su “Le ragazze di Porta Venezia”, a cui seguono le urla di gioia della crew quando entra on stage Big Mama: “La cassa spinge”, come spinge tuo marito… e l’ovazione esulta sull’ingresso di Cmqmartina per “Prosciutto Prosciutto”. L’apice arriva poi sull’ultima grandissima ospite in questa prima parte di concerto:  Ambra che con M¥SS KETA regala una nuova versione tutta bassi e rap di “T’appartengo”.

Le danze continuano, insieme ai loro testi tormentoni, le canzoni-meme da gridare a squarciagola: Ma chi? , Scandalosa, Le faremo sapere… e poi ecco il Club Topperia che apre la pista a David Blank, per una session tutta dance tra Xananas e Fighe come il panico. A rendere la session indimenticabile arriva poi Il Pagante per un featuring di “Devastante” e “Adoro”.

Se l’Alcatraz non fosse stata già una discoteca, sicuramente qualsiasi altra sala da concerto lo sarebbe diventata, su quella musica tutta pompata che ha fatto scatenare l’intera platea. L’energia diventa “Pazzeska” e scatena il “Finimondo”, sugli ultimi due pezzi del set che concludono il concerto.

Per l’encore il trittico, divino e unico: come Padre figlio e spirito santo per i credenti, ecco LA canzone dei Ketamini “Milano Sushi & Coca”, la poesia che ha consacrato la M¥SS KETA, da Milano Forlanini all’oltre. I ringraziamenti sono arrivati a tutti, dalle maestranze, alle amiche sul palco, perfomers e ballerine, ma soprattutto al suo pubblico che in questi 10 anni l’ha sempre amata, sostenuta e seguita.

Pur senza sapere il suo volto, la sua identità e il suo essere, “apparentemente” nascosto dietro ad una maschera, M¥SS KETA non ha usato il velo come copertura o celamento, piuttosto ha tolto il suo viso per far sì che parole, messaggi e voce arrivassero prima dell’immagine. E ci è riuscita benissimo: in un mondo in cui apparire è tutto, è geniale non mostrarsi e ancor più unico provocare così come fa M¥SS KETA. In una sola parola, Pazzeska.

Clicca qui e guarda la gallery fotografica del concerto di Myss Keta a Milano o sfoglia qui sotto gli scatti del live

Myss Keta

M¥SS KETA – la scaletta del concerto di Milano

Opulenza

Una donna che conta

Illusione distratta Mix / In gabbia

Botox

Le ragazze di Porta Venezia

Piena

Monica

XTC feat. Big Mama / La cassa spinge

Prosciutto prosciutto feat. Cmqmartina

Profumo di mare

Bono / We found love rmx

T’appartengo con Ambra

Ma chi?

Scandalosa

Club Topperia

Moveset feat. David Blank

Le faremo sapere

Xananas / Fighe come il panico

Giovanna Hardcore

Casa degli specchi

Devastante feat. Il Pagante

Adoro feat. Il Pagante

Pazzeska

Finimondo

Milano Sushi e Coca

Written By

Milanese, classe 1983, sono appassionata di musica, cinema e cultura pop. Adoro viaggiare, mangiare, dormire, viaggiare, ballare, sorridere e fare l'amore. Oltre a scrivere di musica su Rockon sono digital producer per il tuo canale tv preferito. Amo il rock in tutte le sue forme, i gatti, fotografare il cibo che mangio (e lo faccio da anni, non per moda social) e perdermi per le vie delle città che non conosco. Bulimica di serie tv, collezionatrice di vestiti, scarpe, borse e tutto ciò che può entrare in una grossa cabina armadio puoi chiedermi di tutto e ti darò la risposta che cerchi (altro che Google e il libro delle risposte!), basta non domandarmi: “qual è il tuo artista preferito?”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Reportage Live

Foto di Giorgia De Dato Sono finalmente tornati in Italia i Counterparts, la band melodic hardcore canadese capitanata da Brendan Murphy. L’attesa è stata...

Reportage Live

Foto di Luca Moschini Ieri sera, Vasco Rossi ha dato il via al suo “Vasco Live 2024“, con un primo concerto sold out allo...

Reportage Live

Foto di Giulia Gasparini Nato a Hobart, nell’Indiana, da genitori messicani, Omar Apollo è un cantautore in grado di padroneggiare la propria arte e raccontare le...

Reportage Live

Foto di Alessia Belotti Cresciuto tra Colorado e Montreal, Jonathan Roy ha rilasciato il suo album di debutto What I’ve Become nel 2009 e...