Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

The GREAT SAUNITES – Delay Jesus ‘68

Il verso del cinghiale/Hypershape
The great Saunites è un duo lodigiano, che suona basso e batteria e dopo uno split ha esordito con “Delay Jesus ’68”, cd che dura meno di mezz’ora con tre soli brani, ma che vi assicuro sono sufficienti per entrare in territori musicali affascinanti e molto intriganti. Il duo lombardo ha un approccio molto aperto, con una struttura funky-metal e per certi versi l’attitudine crossover non è molto differente da quella di molti gruppi Usa di vent’anni fa, come Fishbone, Living Color, ecc.
Tuttavia, in questo lavoro ha un ruolo determinante anche la psichedelia, funzionale per il rallentamento del ritmo spesso circolare, serrato e tendente al math-noise.
La psichedelia, infatti, porta il duo vicino ai territori del prog, ma senza mai entrarci fino in fondo, dato che poi il duo cavalca il confine dei generi suonati dai Neurosis, vale a dire doom, la psichedlia stessa e metal, ma in maniera meno pesante e molto più fruibile, dato che la cadenza del ritmo nei Great Saunites è tutto.

Vittorio Lannutti

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...