Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

GIRL BAND – Holding hands with Jamie

girl-band2015 – Rough Trade

Per caso vi eccitate al massimo con i riverberi stile Shellac o con certe fibrillazioni alla Healt? Allora non potrete fare a meno d’immergervi a corpo morto in questo allucinato official degli irlandesi Girl Band, Holding hands with Jamie, nove tracce di noise scartavetrato che si infilzano tra pelle e testa come una pustola maligna dalla quale scappare pare un eufemismo.
I quattro di Dublino, tra larsen, inneschi, siderurgie distorte e melodie a base zero, imbastiscono una “catena di montaggio” sonica che ostruisce ogni via di scampo, un ottenebrato core spirit che si fa macchina virtuale, non musica ma varie sensazioni sconnesse che una volta assemblate insieme danno vita ad un caos organizzato che sperimenta, distrugge e dilania ogni accenno a forma di “canzone”.

Con l’Ep The Early Year’s I Girl Band avevano scombussolato l’ Europa alternative, ora con queste nove tracce confermano la volontà ferrea di sovvertire gli ascolti internazionali allargati, e ce la mettono tutta a sentire le tribalità urbane che terrorizzano Umbongo, Baloo, il walzer mefistofelico In plastic, Paul o i cupi rimbombi in cui Texting an alien e The witch dr. sguazzano furibondi, tutti sintomi di una certificazione garantita di guerra alla calma che gli irlandesi sbandierano con il loud alle stelle.

Si, se amate i Shellac & affini siete sulle “piste” giuste!

[embedvideo id=”D4SmyqO5DUU” website=”youtube”]

Written By

Giornalista che crede che la musica sia la via maestra di tutto per arrivare al tutto.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...