Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

DANIELE CELONA – Fiori e Demoni

Nøeve
I fiori e i demoni del cantautore torinese sono gli stessi di chi vive la continua tensione tra momenti di pace ed altri di tensione. In questo modo Celona si fa il cantore di quest’ambiguità nella quale è destinato a vivere l’individuo della società post fordista e globalizzata, soprattutto se giovane. L’ambiguità è una costante di questo disco, sia ben chiaro in questo caso il termine in questione ha un’accezione positiva, perché Celona in questo modo evidenzia la contraddizione del nostro tempo, dato che i fiori sono costantemente travagliati dai demoni pronti sempre dietro l’angolo a colpire vigliaccamente. Il modo in cui rende queste polarità sono da un lato la melodia avvolgente e accattivante e dall’altro il rock che si infiamma in noises crescenti. Parallelamente i testi attingono tanto alla tradizione cantautorale italiana degli anni ’70, quanto da quella che più rock (Afterhours su tutti) e i temi trattati sono lamenti d’amore, invettiva sociale, memorie d’infanzia e malinconie solitarie. L’iniziale “Ninna nanna” introduce in maniera efficace questa polarità sospesa tra le melodie e il crescendo esplosivo e di denuncia sociale. “Mille colori” ha un incipit talmente melodico da ricordare Nino Bonocore, ma in seguito subentra un nervosismo vibrante che fa virare il brano verso i territori del rock più graffiante. Una struttura simile viene utilizzata in “Luna” introdotta dal falsetto alla Anthony, susseguito dal pop-noise circolare in lenta progressione. “La gola”, invece, ha subito un approccio rock con la ritmica sincopata. Il testo che colpisce di più è “L’alabastro di Agnese” per l’ironia ed il sarcasmo che rivelano un disincanto ed una disillusione proprie di chi è stufo di investire emotivamente e politicamente su un cambiamento sociale in Italia. Atteggiamento purtroppo condivisibile.

Vittorio Lannutti

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...

Reportage Live

Articolo di Serena Lotti | Foto di Roberto Finizio Sabato 3 novembre il Serraglio ha aperto le porte al torinese Daniele Celona, uno dei...