Connect with us

Hi, what are you looking for?

Recensioni

AMAVO – GraceFool

FromSCRATCH/Jena Dischi
Continuano sulla buona strada intrapresa nell’illuminante esordio, “Happyness”, le Amavo che con “GraceFool” confermano le loro doti nel sapersi esprimere nel miglior indie-art-noise degli ultimi anni. Rispetto all’esordio di quattro anni fa il duo femminile ha fatto un passo in avanti, in quanto ha preferito concentrarsi su un genere, il noise e non spaziano più dal math al garage.
Un altro elemento di novità è l’introduzione del sintetizzatore che si coniuga bene con le spigolosità delle chitarre. Questo disco esalta perché attinge molto sia dal patrimonio delle Sleater Kinney, soprattutto quelle di “The woods”, sia dagli ipnotismi psicotici dei Primus. Tuttavia, Anna Lott e Silvia Lovo riescono a non essere per niente derivative, se non in alcuni frangenti, e a trovare una loro strada come nella straniante “Lalbume” o nelle marcette forsennate e ossessive di “Penguins & pellicans”.
In tutto il disco si respira il sano nervosismo che caratterizza i migliori lavori del noise ed il brano che presenta in particolare questa caratteristica è “Top hot” sospeso tra i samples sincopati ed incessanti del sintetizzatore e gli spezzettamenti circolari che attingono tanto dal patrimonio degli Uzeda, quanto da quello di Claypool e soci. È bello sapere che queste riot girls sono tornate e che graffiano più di prima.

Vittorio Lannutti

Written By

1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: Amavo | jena booking

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri anche...